MomArte srls

Come disegnare un cane

  • View Larger Image Scopriamo insieme come disegnare un cane!

Ti sei sempre chiesto come disegnare un cane? Forse hai un bel Golden retriever che scodinzola per casa, e hai deciso di ritrarlo con carta e matita. O forse ti è semplicemente venuta la voglia di disegnare, e ti è passato per la testa di scegliere come soggetto un cane qualsiasi, prendendo spunto da una fotografia trovata su una rivista. Magari ci hai anche già provato, e ti sei però reso conto che disegnare un cane non è facile come potrebbe sembrare. Ma non ti si sei scoraggiato, e hai deciso di cercare su Google come disegnare un cane.

Beh, hai fatto benissimo: disegnare gli animali non è facile come potrebbe sembrare, e partire da zero senza avere almeno un po’ di esperienza e senza dei consigli mirati rende tutto ancora più difficile. Per questo motivo abbiamo deciso di realizzare questa bella guida ed esaustiva su come disegnare un cane passo dopo passo, prendendo in considerazione tutti gli aspetti del processo.

Questa guida su come disegnare un cane si rivolge principalmente ai principianti, ma anche ai disegnatori un po’ più esperti – saltando eventualmente i primi paragrafi – possono trovare dei consigli estremamente utili su come disegnare questo magnifico animale.

Che dire… buon lavoro! ??✏️?

Sommario

Tutti i passaggi necessari per disegnare un cane

Accessori per disegnare un cane

Se il tuo percorso artistico inizia con questo primo disegno, vogliamo tranquillizzarti: non ti servirà il contenuto di un intero negozio di belle arti per capire come disegnare un cane. Dovrai solo procurarti qualche matita da disegno in grafite di qualità, optando per alcune durezze diverse.

Per iniziare una matita H, una matita HB e una DH possono bastare: per i disegni successivi acquisterai ulteriori matite da disegno in base alle tue nuove e più sviluppate esigenze.

Poi ti servirà un blocco da disegno per gli schizzi e un altro, invece, per il disegno finale, con una carta con una grammatura maggiore. Infine avrai bisogno di una gomma bianca, di uno sfumino, e di un fissativo, per fissare e proteggere il tuo disegno una volte terminato.

Hai tutto? Non ti manca nulla? Allora possiamo iniziare a scoprire come disegnare un cane dall’inizio alla fine!

Quale tipo di cane disegnare

Si fa presto a dire ‘voglio imparare come disegnare un cane’. Ma quale cane? Suvvia, non vorrai certo affermare che disegnare un Alano è come disegnare un Bulldog francese, un Pastore tedesco o un vaporoso Samoiedo! Cambiano le dimensioni, le proporzioni, i musetti e il tipo di pelo. Disegnare un cane a pelo cortissimo, alto e slanciato, è diverso dal disegnare un cane tozzo e con il pelo lungo e riccio.

Il concetto di fondo, però, è sempre il medesimo. Sì, perché a contare è, prima di tutto, la struttura dell’animale: per capire come disegnare un cane devi imparare a vederlo con altri occhi. Devi pensare alla sua struttura ossea, ai suoi muscoli. In linea di massima, la struttura ossea dei cani ha sempre dei tratti comuni. Il collo è corto (non è un cavallo, né una giraffa) e le zampe sono sottili (non è un ippopotamo) e il corpo è abbastanza slanciato, fatto per correre. Compresi e osservati questi punti essenziali, puoi iniziare a disegnare il tuo cane… partendo ovviamente dagli schizzi della sua struttura!

Schizzi disegno di un cane

Ecco, finalmente puoi prendere in mano la tua matita da disegno e il tuo album per gli schizzi, e iniziare a scarabocchiare. In questa fase dovrai iniziare a fare parecchi disegni, per capire veramente la struttura del cane: ti consigliamo di provare a disegnarlo mentre sta fermo in posa, mentre corre, mentre fa seduto, mentre è sdraiato e via dicendo.

A livello di schizzo, gli elementi di base saranno sempre i medesimi. Partiamo dalla testa, da rappresentare per facilità come una sfera accompagnata da un cilindro (il muso). Il torace non è un semplice cilindro, quanto invece un cono tronco, o meglio, un fagiolo, più grosso a livello del torace mentre le zampe sono composte dall’attaccatura – anch’essa a fagiolo – e da cilindri sottili. E ora all’opera, con il tuo blocco da sketching e con la tua matita da disegno!

Come disegnare un cane, primo passaggio

Impara a disegnare un cane da zero

Disegnare un cane da diverse prospettive

Terminati gli schizzi preparatori, puoi mettere da parte il tuo blocco da sketching per fare posto al tuo album da disegno vero e proprio: ora dovresti infatti aver capito come disegnare un cane, o perlomeno come abbozzarlo.

Prima di procedere dovresti decidere in che posizione e da quale prospettiva vorrai ritrarre il cane. Vuoi una vista laterale, frontale, o a tre quarti? Dall’alto al basso? E il tuo cane sarà seduto, o sarà invece in movimento? E le sue fauci, saranno chiuse, aperte o sempre aperte? E le sue orecchie, saranno abbassate o dritte, quasi in allarme? Decidi tutto questo prima di iniziare il disegno, il quale deve essere ben chiaro nella tua testa prima di iniziare!

Come disegnare un cane step by step (con esempi)

Bene, ora è tutto pronto: con la tua matita da disegno più dura, che ti permetterà di tracciare delle linee estremamente sottili, precise e leggere – senza applicare troppa pressione – puoi iniziare ad abbozzare il disegno del tuo cane. Dovrai partire dallo schizzo della struttura, come abbiamo visto sopra, per poi tratteggiare il profilo esterno.

Per ora non ti servono i più piccoli particolari: una volta fatti i contorni, potrai passare a indicare le linee interne, disegnando i muscoli e le strutture ossee più evidenti – che sono sempre osservabili nei cani a pelo corto o cortissimo. Disegna anche il muso, gli occhi, il naso, abbozza l’espressione: la base del tuo disegno, di fatto, è già conclusa.

Come disegnare un cane, il contorno esterno

Ora puoi cambiare matita, e iniziare a riempire il tuo disegno. Con una matita da disegno decisamente più morbida, puoi iniziare a riempire il tuo ritratto del cane, iniziando a lavorare di chiaro scuro, con tratti tendenzialmente brevi e nella stessa direzione.

Non pensare, per ora, al pelo del cane. No, pensa invece ai muscoli, pensa alle ombre, pensa a come cambia ‘la superficie’ dell’animale. Nella tua testa, individua quelle che sono le parti in assoluto più scure: potranno essere, per esempio, la parte di collo in ombra, o magari l’interno di una coscia. Lì dovrai dunque annerire al massimo il tuo disegno, per poi passare via via alle zone leggermente più chiare.

Come disegnare un cane, terzo passaggio, i dettagli

A questo punto, dopo aver individuato le zone d’ombra, puoi passare alla definizione dei dettagli più fini: l’espressione degli occhi, i tendini delle gambe, le unghie delle zampe, e infine la rifinitura del pelo, in base al tipo di cane. Per il pelo corto e liscio di un cane potrai usare tratti brevi e veloci della matita, mentre magari, per i ricci di un Barboncino, potrai ingrigire la superficie, per poi ‘tracciare’ i riccioli con un pezzetto di gomma pane, lavorando dunque ‘a togliere’.

Come disegnare un cane, le ombre e il pelo

Ora, grazie ai nostri esempi, hai decisamente imparato come disegnare un cane. Ma non fermarti a questo primo disegno: fai il ritratto dello stesso cane in posizioni diverse, e poi prova con altre razze, cambiando magari anche matita e tecnica per scoprire nuovi modi per disegnare.

Come disegnare un cane, disegno animato

Alla prossima, Artista! ??‍?

Scopri i prodotti per il disegno artistico!

Articolo scritto da:

Fondatore del progetto MomArte, appassionato di pittura e Belle Arti a 360 gradi, completamente autodidatta e felice di essere un "eterno studente" (d'altronde non si finisce mai di imparare, no?). Amo scrivere articoli dove parlo delle tecniche pittoriche e dei materiali per dipingere. Se hai qualche domanda scrivimi e sarò felice di risponderti, oppure scopri di più su di noi!

Leave A Comment