MomArte srls

Come disegnare un cavallo

  • View Larger Image Come disegnare un cavallo, una guida illustrata per principianti

Ti stai chiedendo come disegnare un cavallo in modo soddisfacente?
Non sei il solo: gli equini sono certamente tra gli animali più ritratti in assoluto.

Sono infatti degli animali eleganti e affascinanti, ed è proprio per questo grande fascino che da sempre esercitano sull’uomo – oltre ovviamente per il ruolo che questo animale ha avuto per secoli nella nostra vita – che abbondano le rappresentazioni artistiche dei cavalli.

Sculture, ritratti, dipinti, le gallerie d’arte sono piene di cavalli al galoppo, al pascolo o rampanti.

Impara a disegnare un cavallo da zero

Tu probabilmente non ambisci ad una mostra, almeno per ora: tutto quello che desideri è capire come disegnare un cavallo con la tua matita – o magari con il tuo carboncino.

In ogni caso, sei capitato nel posto giusto!
In questa guida imparerai come fare il ritratto di un cavallo partendo da zero.

Tutto quello che ti serve è la voglia di imparare, un po’ di pazienza, qualche matita in grafite di durezza diversa, un album da schizzo, dei fogli da disegno, una gomma bianca, una gomma pane e un temperino per le tue matite. Possiamo iniziare!

Scegliere il cavallo da disegnare

Fin dall’epoca del bronzo, si stima, l’uomo ha iniziato ad addomesticare i cavalli: da allora questi animali sono stati – spesso loro malgrado – al nostro fianco.
Cavalli da sella, da finimenti, da tiro, del contadino o del signorotto, e magari del cavaliere: da sempre diamo un ruolo preciso a questi animali.

Foto di cavalli nella prateria

Tu che ‘tipo’ di cavallo disegnerai? E soprattutto, quale razza?
Forse non ci hai pensato, e senza nemmeno saperlo eri già propenso a disegnare un cavallo Arabo, velocissimo ed elegante. O forse preferisci ritrarre un cavallo da lavoro, come il massiccio Quarter Horse, o ancora, un Clydesdale, un cavallo da tiro pesante scozzese che arriva a pesare una tonnellata.

Ti sei già fatto un’idea? Prima di capire come disegnare un cavallo, devi conoscere il cavallo che andrai a tratteggiare!

Creiamo le bozze del disegno di un cavallo e le proporzioni

Ogni disegno parte, per forza di cose, da una fase preparatoria, e quindi dai bozzetti e dagli schizzi.
Prendi il tuo album da sketching e una matita da bozza (con la mina piuttosto dura) e inizia dunque a esercitarti.

Per prima cosa, per imparare come disegnare un cavallo, devi pensare a quelle che sono le sue proporzioni. Certo, queste cambiano un po’ tra le varie razze, e non si può certo dire che siano uguali per un cavallo, per un giovane puledro o magari per un pony.

In linea di massima, però, puoi pensare che l’unità base del tuo cavallo è la misura della sua testa, dal naso alle orecchie.
Potrai dunque calcolare grossomodo che il cavallo è lungo in totale 4 teste, che è alto – al garrese – circa tre teste e che la misura dell’addome è molto simile a quella della testa.

Bozza di un cavallo per calcolare le proporzioni

Partendo da queste proporzioni, puoi passare a schizzare la struttura del tuo cavallo: non pensare ai dettagli, ma solo alle proporzioni e ai movimenti.

Come per molti mammiferi, puoi disegnare il tronco del cavallo come un grande fagiolo, che va assottigliandosi verso il posteriore.
Il collo è un cono tronco che termina in un altra figura conoidale (la testa) mentre le zampe sono costituite ognuna da due cilindri piuttosto sottili, collegati da vistose giunture, che a questo stadio riprodurrai come sferiche.

Partendo da questi elementi, prova ad abbozzare sul tuo album da schizzi un cavallo in diverse posizioni: al trotto, alla mangiatoia, a riposo… e non dimenticarti che per disegnare bene ci si deve divertire!

Disegnare il muso del cavallo

Molti principianti che cercano di capire come disegnare un cavallo restano bloccati a livello dell’abbozzo del muso.

Tutti sappiamo come è fatta la testa di un cavallo, ma da qui a disegnarla in modo corretto ce ne passa!
Diventa dunque molto utile procedere per gradi, almeno le prime volte. Sopra ti abbiamo detto che puoi abbozzare la testa di un cavallo come se fosse una figura conica: beh, non è esattamente così semplice.

Ti consigliamo quindi di fare uno studio a parte per il disegno della testa del cavallo, partendo da una sagoma estremamente stilizzata che serva solo e unicamente per le proporzioni, con linee dritte e nette.

In questo modo disegnerai collo, orecchie e muso. Da questo contorno squadrato, poi, dovresti ricavare le fattezze reali del cavallo, tracciando il profilo della mandibola, la forma del muso, e la linea del collo: così facendo riuscirai ad avere un muso di un cavallo fedele, senza sballare le proporzioni e le forme!

Muso del cavallo abbozzato con linee guida

Guida passo dopo passo per disegnare un cavallo

Eccoci giunti alla guida step by step su come disegnare un cavallo. Puoi disegnare un cavallo al pascolo, in corsa o impegnato in un salto: il succo non cambia, in quanto dovrai sempre affrontare i passi come te li mostreremo qui sotto.

Ti consigliamo, però, di iniziare con un ritratto semplice, di un cavallo a riposo, visto lateralmente, magari con il muso girato verso di te, per dare un po’ di movimento al disegno senza renderlo troppo complicato.

Come sempre quando si fanno i disegni a matita, dovrai partire con la bozza della struttura, come abbiamo visto sopra.
Sul tuo foglio da disegno, dunque, andrai a tracciare degli schizzi leggeri con una matita intermedia o dura, facile da cancellare, per poi abbozzare i contorni del cavallo.

Nel disegnare il profilo dell’animale, pur senza concentrarti eccessivamente sui dettagli, inizia già ad abbozzare le forme dei muscoli e delle ossa visibili, soprattutto a livello delle zampe, così da permettere un maggiore realismo.

Profilo della forma di un cavallo

Una volta delineato anche il muso, indicando la posizione degli occhi, puoi passare a una matita più morbida, per andare a tracciare le ombre e le parti più scure del tuo disegno.

Dovrai dunque andare a tracciare dei segni brevi e ravvicinati lì dove manca la luce, e quindi tipicamente all’interno della coscia, nella parte di muso all’ombra e al di sotto del ventre dell’animale.
A questo punto avrai definito i punti chiave del tuo ritratto del cavallo, e potrai passare ai dettagli, esaltando i contrasti.

Disegno di un cavallo con ombre e sfumature

Rifinisci quindi il mantello del tuo cavallo, sottolineando anche in questa fase i volumi.
Per rendere le eventuali macchie sul mantello potrai usare la gomma pane per cancellare delle piccole porzioni circolari.

Solitamente, nel disegno dei cavalli, si tralascia il disegno del pelo sul corpo, dove questo è molto corto e lucido, per tracciarlo invece solamente a livello della criniera e della coda, dove è cioè più lungo e appariscente.

Ora sai come disegnare un cavallo: non ti resta che esercitarti ancora e ancora, fino a quando sarai in grado di fare ritratti di cavalli in qualsiasi posizione!


Articolo scritto da:

Fondatore del progetto MomArte, appassionato di pittura e Belle Arti a 360 gradi, completamente autodidatta e felice di essere un "eterno studente" (d'altronde non si finisce mai di imparare, no?). Amo scrivere articoli dove parlo delle tecniche pittoriche e dei materiali per dipingere. Se hai qualche domanda scrivimi e sarò felice di risponderti, oppure scopri di più su di noi!

Leave A Comment