MomArte srls

Come vengono prodotti i pennelli Borciani e Bonazzi?

  • View Larger Image

I Pennelli Borciani e Bonazzi sono una delle prime scelte per artisti che desiderano utilizzare un prodotto di elevata qualità, ricco di storia e artigianalità. Essi sono infatti conosciuti nel mondo delle Belle Arti per essere realizzati con tanta cura, prestando particolarmente attenzione sia alla scelta delle materie prime che all’esecuzione di tutti i passaggi della produzione.

Abbiamo già avuto modo di raccontare la storia di questo fantastico marchio e oggi vogliamo concentrarci sui suoi prodotti. Nello specifico, racconteremo passo dopo passo come vengono prodotti i pennelli Borciani e Bonazzi e sveleremo qualche interessante curiosità.

Partiamo!

Come vengono prodotti i Pennelli Borciani e Bonazzi?

I Pennelli Borciani e Bonazzi sono un’eccellenza, realizzati con tanta cura in tutti i minimi particolari. Da 70 anni l’azienda di Casalmaggiore (CR) contribuisce ad aiutare gli artisti a creare opere uniche e a far vivere loro sensazioni uniche durante la pittura.

Tra i prodotti di elevata qualità abbiamo sicuramente il Pennello Unico Infinito Serie 850. Un prodotto che stupisce per la morbidezza e l’elevata assorbenza della setola in filato HIDRO®, che consente un rilascio lento ed omogeneo dell’acqua. Il significato dietro al nome spiega molto bene quali sono le peculiarità di questo pennello. UNICOperché grazie ad un solo pennello è possibile sperimentare diversi stili e tratti, INFINITO perché progettato per durare a lungo nel tempo e non stancare mai la mano dell’artista durante l’utilizzo.

Un altro prodotto che sicuramente merita di essere citato è il Preciso Top Graphic. Un pennello davvero particolare, caratterizzato da un filato sintetico extra appuntito in grado di garantire stabilità della forma e della punta. il suo utilizzo è perfetto per tutte le tecniche grafiche di precisione come modellismo, miniatura, Mandala e Islamic Art.

Abbiamo citato un paio di pennelli di Borciani e Bonazzi, scopriamo ora come vengono realizzati!

La creazione della testa del pennello

Il primo step che viene eseguito per la produzione dei pennelli Borciani e Bonazzi e la creazione della testa.

Nello specifico, la sua produzione inizia con diversi passaggi che vengono eseguiti a mano dalle artigiane. Come forse avrai già avuto modo di leggerle nel nostro articolo che tratta la storia dell’azienda, per decidere la quantità di pelo necessaria per produrre un determinato pennello, vengono utilizzati dei formatori, detti in gergo anche “bussolotti”.

Foto dei Formatori, Borciani e Bonazzi

Si parla di cilindri in ottone, cavi da una delle due parti, con un’anima concava. Il bussolotto svolge una funzione fondamentale per la creazione della testa, ovvero guida i peli affinché si dispongano in modo dritto ed omogeneo, creando la testa perfetta.

Una volta ottenuta la punta si procede alla legatura con il filo di cotone, questa fase consente di tenere saldo il mazzetto di pelo in modo che non scappi via o si disperda. Un passaggio molto delicato che richiede ottime abilità e tantissima esperienza da parte delle artigiane. Legati i fili, si procede all’inserimento manuale all’interno della ghiera metallica.

È molto importante, dopo aver provveduto ad inserire la punta all’interno della ghiera, procedere al controllo qualità. Le artigiane di Borciani e Bonazzi si occupano infatti di verificare, in maniera molto precisa, la lunghezza della punta fuori ghiera. Specialmente per le misure particolarmente piccole, siccome le differenze tra di esse sono molto sottili, si utilizza una lente di ingrandimento per non commettere errori.

La creazione della testa si conclude con un passaggio eseguito tramite un macchinario, il quale provvede a dare la forma finale al filato.

Formazione finale della punta tramite il macchinario, Borciani e Bonazzi

Immasticatura ed essiccazione

Terminata la produzione delle punte, si procede ad attuare la fase dell’immasticazione. Questo step consiste, per i pennelli in ghiera metallica, nell’inserire una goccia di resina in modo che il pelo venga tenuto saldo alla ghiera.

Dopo aver eseguito questo procedimento, si procede alla fase di essiccazione. Le teste vengono inserite in degli stampi e messe ad essiccare in cella per almeno 24h.

Incollaggio della ghiera e strozzatura

La terza fase della produzione dei Pennelli Borciani e Bonazzi vede come protagonista la ghiera metallica. Gli artigiani in questo step procedono ad incollare, o meglio inserire, le ghiere sui manici.

Una volta inserita la ghiera, si effettua la “strozzatura”. Ovvero si stringe, attraverso appositi macchinari, la ghiera metallica intorno al manico. Ogni pennello necessità l’utilizzo di un macchinario specifico, questo passaggio è assolutamente necessario per far si che la ghiera stia ben salda.

Come è possibile notare dalle foto, il procedimento di strozzatura di una pennellessa è leggermente diverso rispetto a quello di un pennello. Lo stesso discorso vale per i Bombasini, nel loro caso viene infatti utilizzato un tubolare in gomma termorestringente e successivamente si provvede ad una legatura con filo di ottone.

Esempio di strozzatura per un pennello, Borciani e Bonazzi

Esempio di strozzatura per una pennellessa, Borciani e Bonazzi

Produzione e decorazione dei manici

Prima di essere inseriti all’interno della ghiera, i manici vengono decorati. Grazie a diverse tecnologie si procede a stampare la decorazione sopra ciascun manico, ovviamente ciascun pennello possiede la sua personale decorazione!

Apprettatura e formazione finale della punta

Siamo ormai giunti agli ultimi passaggi che portano alla produzione di un Pennello Borciani e Bonazzi. L’ultimo step prima di poter procedere al confezionamento, vede come protagonista la punta del pennello.

L’appretto viene applicato sulle teste del pennello, Borciani e Bonazzi

Per prima cosa, si procede ad applicare l’appretto sulle teste dei pennelli e, una volta terminato, le artigiane provvedono a formare la punta a mano. Questo passaggio testimonia come l’artigianalità sia un aspetto fondamentale dei Pennelli Borciani, infatti ogni operatrice sa perfettamente come deve essere il risultato finale di ciascuna punta e quale movimento deve eseguire con le mani per ottenere una determinata forma.

Gli artigiani provvedono a formare la punta personalmente, Borciani e Bonazzi

Una volta data la forma alla punta del pennello, tramite un apposito macchinario oppure a mano, si procede a rimuovere la colla in eccesso.

Controllo qualità e confezionamento

Siamo giunti ora all’ultimo step del processo di produzione dei pennelli Borciani e Bonazzi. In questa fase gli artigiani provvedono ad un accurato controllo qualità e procedono alla pulizia e lucidatura delle ghiere. Soprattutto per le punte più piccole, per poter eseguire un controllo minuzioso delle punte, vengono utilizzate delle lenti di ingrandimento.

Terminato il controllo, si inseriscono i tubetti protettivi e si procede al confezionamento dei pennelli.

Gli artigiani provvedono ad inserire i tubetti protettivi, Borciani e Bonazzi

Articolo scritto da:

Federico è appassionato di scrittura, di arte e di sport. Su MomArte si occupa della realizzazione degli articoli e dei rapporti con gli Artisti con cui collaboriamo!

Leave A Comment