MomArte srls

10 consigli per tutti i pittori

  • View Larger Image

Spesso abbiamo dato consigli specifici per chi desidera dipingere con i colori a olio, istruzioni per chi desidera muovere i primi passi nella pittura con i colori acrilici, suggerimenti per chi vuole migliorare con gli acquerelli e molto altri. Ogni tecnica pittorica, infatti, ha dei piccoli segreti, delle furbizie e dei comportamenti particolari.

Con questo articolo vogliamo fare qualcosa di diverso.
Esistono infatti un sacco di consigli generali, che vanno bene per tutte le tecniche pittoriche e che tutti i pittori dovrebbero conoscere. Talvolta potrebbero sembrare banali, ma siamo sicuri possano fare la differenza a livello di risultato finale.

Scopri insieme a noi quali sono questi “trucchi”, siamo sicuri ti permetteranno di iniziare con una marcia in più l’anno nuovo, buona lettura!

10 trucchi che tutti i pittori dovrebbero conoscere

Impara a dipingere al contrario

Le nuvole sopra, il lago sotto. Il picciolo della mela verso l’alto. Le gambe della sedia verso il basso. I capelli nella parte alta del ritratto.
Certo, è così che dipingiamo di solito, per il semplice fatto che è così che vediamo il mondo. Talvolta, però, è davvero il caso di guardare il proprio quadro sottosopra, e quindi di girarlo letteralmente su se stesso sul cavalletto.

Perché? Perché, continuando a fissare un oggetto – in questo caso una tela – per lungo tempo, finiamo per non “vederlo” più. La nostra vista, insomma, finisce per essere assuefatta da quell’immagine, rischiando di non cogliere più determinati dettagli. É un po’ come quando cerchiamo in tutta casa le chiavi prima di uscire per poi scoprire che erano proprio lì, in bella vista, sul mobiletto d’ingresso.

Quindi sì, di tanto in tanto, guarda la tua opera sottosopra, o magari attraverso uno specchio. In questo caso vedrai cose che prima semplicemente non riuscivi a scorgere, individuerai forse degli errori, delle linee strane, delle proporzioni sbagliate, o delle parti da rifinire in altro modo.

Compra dei buoni pennelli

Soprattutto all’inizio, si tende a pensare che gli accessori per la pittura abbiano un ruolo secondario nella riuscita di un bel dipinto. La creatività, la tecnica, sono loro a contare. É vero. Ma indubbiamente avere a che fare con degli accessori scadenti rende il tutto più difficile.

Dei pennelli che perdono pelo, che si deformano in fretta, che non tengono il colore e che lo rilasciano immediatamente, o ancora, dei pennelli troppo duri che lasciano la traccia sul dipinto. Lavorare con questo tipo di accessori è difficilissimo, se non impossibile.

Comprare dei buoni pennelli significa acquistare i pennelli per dipingere adatti alla propria tecnica pittorica, scegliendo quindi materiale, lunghezza e forma in base alle proprie esigenze, e acquistare dei pennelli di buona qualità, evitando quindi quelli che si possono trovare al supermercato.

Pennelli sintetici Princeton

Prova ad usare una griglia

Quando parliamo di griglia parliamo del reticolato da tracciare sulla tela – ed eventualmente sulla fotografia che si sta usando come fonte per il dipinto – in modo da poter rispettare proporzioni e dimensioni.

L’utilizzo della griglia è un argomento molto controverso: alcuni sostengono sia molto utile, soprattutto per i principianti, mentre altri sono convinti che non permetta di imparare correttamente a disegnare o dipingere, ma solo a “copiare” quadrato dopo quadrato, delle foto o delle immagini.

Certo, ci sono degli artisti che hanno raggiunto una tale padronanza delle arti del disegno e della pittura che non abbisognano di un reticolato, potendo disegnare e pitturare a mano completamente libera, senza nessun riferimento spaziale predefinito.

Non vogliamo dirti che usare la griglia sia giusto o sbagliato, vogliamo solo invitarti a provarlo, se non lo hai mai fatto: è una tecnica molto utile, soprattutto nei lavori realistici e su grandi taglie.

Scatta delle fotografie

Scatta delle foto del tuo lavoro, di fase in fase. Non per i posteri, quanto invece per te: in questo modo, tra una sessione e l’altra, potrai lavorare “mentalmente” al tuo dipinto. In metropolitana, in pausa pranzo, in fila alle poste… puoi sempre fare arte!

Non partire mai da una tela troppo bianca

Spesso le tele per dipingere che si trovano in commercio presentano un fondo non solo bianco, ma persino bianco luminoso. Altre volte, invece, questo colore brillante è il risultato dell’imprimitura scelta dell’artista, che ha preparato la tela rendendola ancora più chiara e luminosa.

Per i pittori non particolarmente esperti, il bianco brillante non è un buon fondo di partenza, per il semplice fatto che, su questo supporto, sarà difficile gestire al meglio gli altri colori, che risulteranno talvolta falsati. Molto meglio, quindi, evitare di complicarsi la vita, iniziando con l’opacizzare e scurire il bianco di sfondo per avere una base di partenza più semplice e meno pericolosa.

Questo può essere fatto stenderlo un leggero strato di tinte terra o verdastre, in maniera molto diluita, in modo da dare un tono di fondo al supporto pittorico.

Compra dei colori di qualità

Quanto detto sopra a proposito dei pennelli vale anche per quanto riguarda i colori. Che siano colori a olio, acquerelli, acrilici o tempere, in tutti i casi non dovresti risparmiare eccessivamente sul loro acquisto. Questo non significa che devi spendere troppo per il loro acquisto! Assolutamente no, sul nostro e-commerce potrai trovare marchi come Winsor & Newton, Liquitex, Maimeri e Van Gogh, i quali mettono disposizione delle linee di colori di buona qualità a prezzi decisamente concorrenziali.

Tavolo da lavoro con colori acrilici

Fai un passo indietro

Il pittore sta tendenzialmente a distanza di pennello dalla propria tela. Questo significa, di fatto, stare abbastanza vicino al dipinto. Ma non va sempre bene. Spesso è infatti il caso di fare un passo indietro, per osservare il lavoro fatto finora da una distanza maggiore.

È molto utile talvolta spostarsi ancora di più, per vedere il quadro con altri occhi: il concetto di base è molto simile a quello che abbiamo visto all’inizio di questa lista di consigli per pittori a proposito del dipinto sottosopra.

Allontanati dal quadro, passeggia di fronte a esso, guardalo da un lato: chi lo vedrà una volta terminato, infatti, lo osserverà da diverse prospettive, e tu dovresti fare altrettanto, per raggiungere il migliore dei risultati!

Fai delle pause

Per la mano che regge il pennello, per la mano che regge la tavolozza, ma soprattutto per la tua mente e per i tuoi occhi, non scordarti di fare delle pause. Una volta tornato davanti al dipinto, sarai molto più efficiente!

Non intestardirti su un dipinto

Ci sono lavori che sembrano non voler avanzare. Talvolta non riusciamo a infondere la vita in un ritratto, altre volte un paesaggio sembra non arrivare mai a compimento. Allora continuiamo a lavorare su quel dipinto con una crescente frustrazione, e con una certa negatività. Una soluzione, però, c’è.

Lascia quel dipinto, mettilo da parte, e inizia a lavorare a qualcos’altro. Del resto, molti artisti sono abituati a lavorare in contemporanea su più tele, su più dipinti, in modo da essere sempre “freschi”, e da avere sempre nuovi spunti.

Usa sempre anche un’immagine in bianco e nero

Quando dipingiamo a partire da una fotografia – fatta da noi, scaricata dalla rete o ritagliata da una rivista – abbiamo sempre davanti a noi un’immagine piena di colori, dai quali cerchiamo di prendere spunto senza errori per le tinte da usare sulla tela.

Sarebbe però molto utile avere una copia della medesima immagine in bianco e nero: questo ci aiuterà per scoprire, al di là delle singole tinte, quali zone sono più scure, e quali più chiare. In pratica ci aiuterà nello studio tonale del quadro che dipingeremo.

Spesso le immagini in bianco e nero riescono a sorprenderci!

Ecco, questi sono dei consigli che tutti i pittori, di qualsiasi tipo, dovrebbero conoscere. Fanne buon uso!

Articolo scritto da:

Federico è appassionato di scrittura, di arte e di sport. Su MomArte si occupa della realizzazione degli articoli e dei rapporti con gli Artisti con cui collaboriamo!

Leave A Comment