MomArte srls

Come fare un murales: tutti i consigli

  • View Larger Image

Sulla parete dell’ingresso, per stupire tutti i tuoi ospiti non appena oltrepassata la soglia.
Nella tua stanza, per sentirla davvero tua.
Oppure all’esterno, per mostrare a tutti la tua arte.

Fare un murales, a patto di avere i materiali giusti, la giusta passione e un buon spunto creativo, non è difficile, anzi, può essere facile e soprattutto molto, molto divertente.
In questa guida ti spiegheremo come fare un murales all’esterno o all’interno, utilizzando i colori acrilici per street art e per pitture murali, così da dare alla tua opera brillantezza e resistenza nel tempo.

Sei pronto a imparare tutto quello che devi sapere per dipingere sulle pareti?

Murales su casa con tema fantastico

La storia del murales, in estrema sintesi

L’uomo ha sempre pitturato sulle pareti: lo faceva nelle grotte, raffigurando scene di caccia a scopi propiziatori, e ha continuato a farlo nei secoli e nei millenni successivi, decorando palazzi e chiese.

Con il termine murales si indica, nell’accezione più vasta, qualunque pittura effettuata su una parete, senza dunque indicare un’esatta epoca storica.

Nondimeno va sottolineato il fatto che, nella sua accezione più moderna, ‘murales’ indica perlopiù dei dipinti di ampie dimensioni con connotazioni politiche e ideologiche, e per questo eseguiti spesso all’esterno, a beneficio dell’intera cittadinanza.

Il ritorno di fiamma della pittura murale, dopo qualche secolo di languore, non ebbe nessun fine sociale: sul finire dell’Ottocento gli artisti tornarono a decorare le pareti per fini squisitamente estetici, come ci ricordano per esempio i murali delle terme di Montecatini.

Fu poco dopo nel Messico rivoluzionario – quando la popolazione si contrappose alla dittatura del generale Porfirio Diaz, tra il 1910 e il 1920 – che nacque il ‘mural’ ideologico, fatto nella pubblica piazza o lungo le strade per comunicare precisi messaggi alle masse: il valore sociale dell’arte, in quegli anni, fu definitivamente riscoperto, pur accostando a murales in stile realistico delle pitture visionarie o espressioniste.

A partire dall’esperienza messicana il mural inteso come potente forma di espressione e di comunicazione si espande in tutto il mondo, nei più diversi stili.

Acrilici per la street art? Li trovi qui!

Murales di macchina su sfondo blu

Fare un murales: come iniziare?

Per fare un murales non si parte immediatamente dai colori acrilici per street art.
Prima è infatti necessario preparare la parete a ricevere la pittura.

Il primo passo è quello di pulire a fondo il muro sui cui si andrà a dipingere: che sia una parete esterna o interna, essa va liberata da polvere, da incrostazioni o da altre macchie che potrebbero compromettere la perfetta riuscita del lavoro.

Per compiere questa operazione di pulizia si inizia abitualmente con una spazzolata complessiva della parete, per poi passare il tutto con una spugna intinta in acqua e detergente, per poi sciacquare il tutto e lasciare asciugare.

Nel caso in cui si voglia prolungare al massimo la successiva durata del murale (che in ogni caso, con i colori acrilici per pittura murale, sarà già di per sé molto lunga) si può fare ancora di più, grattando la vernice della parete con della carta abrasiva, per poi procedere con la pulizia.

Una volta pulita e lasciata asciugare la parete è necessario applicare applicare un primer, il quale, oltre a uniformare il fondo, servirà per dare più robustezza all’opera, potenziando la presa dei colori. Sul nostro e-commerce puoi trovare diverse tipologie di primer, dal gesso bianco alla pasta per modellare, per arrivare fino al gesso nero.

Quando anche il primer sarà asciutto, la tua parete sarà pronta ad essere finalmente decorata.

Non è però detto che tu possa iniziare subito con pennelli e colori acrilici.
Nella maggior parte dei casi, infatti, avrai il bisogno di tracciare uno schizzo preparatorio, a partire da uno schizzo più piccolo realizzato su carta.

Le opzioni, in questo caso, sono due: puoi adottare la tecnica della griglia, così da riportare pazientemente, quadrato dopo quadrato, il tuo disegno sul muro.
Altrimenti potrai invece velocizzare il tutto utilizzando un proiettore, così da ‘stampare’ sulla tua parete il tuo disegno preparatorio, seguendo tutti i segni con la tua matita.

Fatto questo, finalmente, potrai cominciare a fare un murales con i colori acrilici.

Colore viene versato dal barattolo in un contenitore

Dipingere un murales con i colori acrilici

Perché mai diamo per scontato che tu debba utilizzare i colori acrilici?

Per la pittura murale si utilizza questa tipologia di vernice che, pur ricordando la tempera, dona un risultato più brillante e luminoso e che dura molto di più nel tempo.

Ma non è tutto qui!
Va infatti evidenziato il fatto che i colori acrilici per street art sono molto resistenti anche agli agenti atmosferici, non ingiallendo come altre tipologie di tinte. Questo aspetto è davvero fondamentale in quanto i murales molto spesso saranno in esterno e dovranno resistere a pioggia, umidità e freddo.

Se vuoi sapere di più e capire meglio il mondo dei colori acrilici, leggi la nostra guida dedicata ai migliori colori acrilici per dipingere.

Spiegato perché, per la pittura murale, i colori acrilici sono da preferire, è possibile iniziare effettivamente a fare un murales.

Se dipingi all’interno, assicurati che bambini, cani, gatti e coniglietti non entrino nella stanza mentre sei al lavoro o mentre il colore si sta asciugando: le loro manate o zampate, seppure divertenti, potrebbero causare dei danni importanti alla tua opera!

Oltre ai colori acrilici per street art ti serviranno ovviamente dei pennelli, di diverse misure e forme, così da riuscire a stendere ampie aree di colore e a pitturare i più piccoli dettagli. Chi è abituato a pitturare sul proprio cavalletto, del resto, non avrà grosse difficoltà nel passare alla parete: la tecnica pittorica richiesta, infatti, è praticamente la medesima.

Si parte prima di tutto con la stesura del colore nelle più ampie campiture, così da creare lo sfondo sul quale ritornerai più tardi per i dipingere i dettagli.

Va detto che, oltre ai pennelli, è possibile utilizzare anche altri accessori, come per esempio le spugne, perfette per creare delle texture intriganti sulla parete, soprattutto quando c’è la necessità di dipingere nuvole, alberi o cespugli.

Altra tecnica molto utilizzata nel campo dei murales con i colori acrilici è il puntinismo, lo stippling con pennello, il quale, ci permette di creare degli effetti spettacolari: il realismo che si può raggiungere nel dipingere dei verdi campi d’erba con questa tecnica è impressionante.

Non ti scordare mai che non stai dipingendo su un foglio di carta in formato A4, né su una tela: fare un murales vuol dire nella maggior parte dei casi avere a che fare con delle dimensioni importanti, ed è dunque indispensabile ricordarsi, di tanto in tanto, di fare qualche passo indietro per visionare l’opera nella sua totalità, così da farsi un’idea del lavoro in corso.

A darci una mano a raggiungere gli effetti voluti, poi, ci sono i vari medium.
Per avere un murales dall’aspetto antico, per esempio, è possibile utilizzare una vernice antichizzante.

In tutti i casi, una volta terminata l’opera, è d’obbligo l’utilizzo di una vernice finale, così da proteggere ulteriormente i colori acrilici.

Bene, ora hai imparato tutto il necessario per iniziare a fare un murales con i colori acrilici: ti sei già procurato tutto l’occorrente per riportare la tua arte su una parete perfettamente bianca?

Acrilici per la street art? Li trovi qui!

Esempio di murales

Articolo scritto da:

Fondatore del progetto MomArte, appassionato di pittura e Belle Arti a 360 gradi, completamente autodidatta e felice di essere un "eterno studente" (d'altronde non si finisce mai di imparare, no?). Amo scrivere articoli dove parlo delle tecniche pittoriche e dei materiali per dipingere. Se hai qualche domanda scrivimi e sarò felice di risponderti, oppure scopri di più su di noi!

10 Comments

  1. Alessandro 5 Giugno 2019 at 9:16 - Reply

    Buongiorno volevo chiedere che vernice va usata quando è finito un murales esterno per proteggerlo ulteriormente grazie

  2. fabio massimo galante 19 Giugno 2019 at 15:01 - Reply

    Buongiorno vorrei proteggere un murales da dipingere su una parete molto estesa, circa 60m2, molto esposta al sole cosa consigliate? Grazie

    • Tiziano Momarte 20 Giugno 2019 at 9:28 - Reply

      Buongiorno Fabio,
      Come discusso in un commento precedente, vorrei fare una piccola premessa: i murales sono molto difficili da proteggere, in quanto esposti continuamente a sole, vento ed agenti atmosferici. Una graduale e costante erosione e degradazione dei colori è purtroppo inevitabile!

      Lei ha lavorato sul muro con acrilici o con bombolette spray?
      Il nostro consiglio è di utilizzare un spray finale protettivo come questo (a finitura opaca, resistente anche alla luce): https://www.momarte.com/prodotti-per-pittura/medium-e-ausiliari-per-la-pittura/vernici-e-spray-finali/spray-finale-opaco-liquitex

      Mi rendo conto però che la superficie è molto estesa, quindi le serviranno diverse bombolette per coprire il tutto. Nel caso può anche cercare soluzioni “industriali” quindi prodotti che può trovare anche nei negozi di fai da te o bricolage.

      A sua disposizione per altre domande!
      Tiziano

  3. PAOLA BERTOLETTI 10 Dicembre 2019 at 9:40 - Reply

    Ciao Tiziano,
    volevo sapere se consigli un proiettore particolare per coprire pareti molto ampie.
    Grazie
    Paola

    • Tiziano 13 Dicembre 2019 at 7:29 - Reply

      Buongiorno Paola,

      Non posso dire di avere un proiettore di “riferimento”. Nelle varie prove ed esperienze fatte abbiamo utilizzato via via vari tipi di proiettori, molte volte prestati da amici o conoscenti.
      Bisognerebbe capire meglio quanto è grande la superficie che deve coprire e soprattutto se si tratta di un esterno o interno.

      In linea di massima il mio consiglio è che non deve per forza comprarsi un proiettore costosissimo: come sa possono arrivare a costare svariate centinaia di euro.
      Con un budget di cento euro può trovare un prodotto che le permetterà di realizzare il disegno preparatorio senza problemi.

      A disposizione!
      Tiziano

  4. Nicola 4 Gennaio 2020 at 20:40 - Reply

    Ciao Tiziano, ho iniziato da qualche mese a fare disegni con le bombolette spray su cartoncini, mi piacerebbe imparare le tecniche giuste, per poi passare anche alle pareti. Io sono di Bergamo, tu per caso sai se esistono corsi fisici che possono insegnarmi tutto questo? Fosse anche a Milano mi andrebbe più che bene. Ultima domanda se posso. In questo articolo hai parlato di come fare murales con i colori acrilici… hai anche articoli prettamente sulle bombolette spray? Ti ringrazio 🙂

    • Tiziano 6 Gennaio 2020 at 6:57 - Reply

      Buongiorno Nicola,

      Grazie per il tuo messaggio!
      Ti farò avere privatamente via mail qualche contatto per dei corsi sia nella tua zona che anche più lontano. Posso provare a chiedere a qualche artista della nostra community.

      Per quanto riguarda l’articolo sulle bombolette spray ottimo consiglio, lo aggiungo alla lista dei prossimi articoli da pubblicare!
      A presto,
      Tiziano

      • Nicola 7 Gennaio 2020 at 21:09 - Reply

        Sei davvero gentilissimo, ti ringrazio tanto!

        • Tiziano 12 Gennaio 2020 at 21:51 - Reply

          Ciao Nicola,

          Dopo aver chiesto ad alcune persone di Bergamo mi hanno indicato il nome di uno degli street artist più conosciuti da te a Bergamo, cioè Paolo Baraldi aka Il Baro.
          Ecco il suo sito: http://www.ilbaro.com/blog/

          Secondo me se lo contatti saprà darti sicuramente delle informazioni dettagliate o magari lui stesso tiene dei corsi! 😉

          A presto,
          Tiziano

Leave A Comment