MomArte srls

Come fare uno stencil

  • View Larger Image

Oggi parliamo di Stencil Art, una sottocategoria della Street Art.

Ci riferiamo alla tecnica dello stencil e degli accessori di Street Art necessari per riprodurre dei murales in serie.

Una premessa: non appena si parla di Street Art c’è sempre qualcuno che storce il naso. Tante le critiche che risuonano da anno: non è arte, è illegale e via dicendo.
Come è del resto noto, però, la Street Art non è sempre illegale, e anzi, spesso sono le stesse istituzioni a richiedere delle opere artistiche di questo tipo.

L’attenzione verso la Street Art è in continua crescita, oggi, infatti, risulta essere una forma d’arte centrale nello scenario internazionale. Tra i 10 artisti contemporanei più pagati a livello mondiale, infatti, ben 4 hanno a che fare con la Street Art.

Stencil Art: che cos’è e cosa significa?

Fare degli stencil, a prima vista, potrebbe sembrare piuttosto semplice, e non a caso questa tecnica viene scelta spesso come entry level nel mondo della Street Art.

Non è però esattamente così, in quanto questa disciplina nasconde delle difficoltà non indifferenti, soprattutto quando si vuole fare qualcosa di più che riportare una semplice scritta su una parete: è necessario dunque conoscere le giuste tecniche e poter fare affidamento sugli adeguati accessori per la Street Art.

La Stencil Art negli ultimi anni si è confermata come una forma d’arte a sé stante. Essa costituisce infatti una delle tecniche più diffuse di Street Art, e le sue origini vanno ricercate negli anni Ottanta e, se si volesse individuare un vero e proprio pioniere, si dovrebbe guardare a Blek le rat, un’artista francese che riuscì a dare agli stencil un valore fino ad allora inaudito.

Oggi, l’interprete più famoso dello stencil è sicuramente Banksy, celeberrimo artista inglese che, omaggiando il precursore, ha spiegato che “tutte le volte che dipingo qualcosa, finisco per scoprire che Blek le rat ci aveva già pensato 20 anni fa”.

La Stencil Art ha come obiettivo la realizzazione di graffiti tramite l’utilizzo di uno stencil, ovvero una maschera normografica, attraverso cui viene applicata vernice spray in modo da ottenere l’immagine sullo spazio retrostante. Paragonando questa tecnica alle altre forme di street art, possiamo sicuramente affermare che essa consente un esecuzione dell’opera più rapida e, molto importante, permette di riprodurre lo stesso disegno in serie, ottenendo così un elevato numero di copie tutte uguali.

Stencil di Nelson Mandela su muro

Come si fa uno stencil: una guida per neofiti

La parola stessa ‘stencil’ significa stampo, e quindi mascherina, e riassume in modo estremamente efficace la tecnica indicata. Fare uno stencil significa infatti riportare su una parete delle ‘macchie’ di colore attraverso una mascherina personalizzata, così da ottenere sul muro la stampa voluta. Come anticipato, sembra facile, ma non lo è.

Lo stencil più semplice prevede il disegno di figure semplici – spesso delle scritte – le quali verranno poi dipinte con un solo colore, e quindi con una sola bomboletta spray. Gli stencil più complessi, invece, richiedono l’utilizzo di più maschere diverse, e di gran parte delle bombolette spray contenute nella cintura dell’artista.

Il disegno dello stencil

Ma da dove si inizia?

Per fare un murales con la tecnica dello stencil si parte non dalla parete di destinazione, bensì nel proprio studio, a casa, su carta.
Ed è proprio questo il primo grande vantaggio della Stencil Art: non c’è fretta, non bisogna finire tutto in poche ore, perché il disegno viene comodamente progettato e creato a casa.

In questa fase ci si può muovere in molti modi differenti.

È possibile disegnare a mano il disegno da riportare sulla parete a grandezza naturale, su un grande cartellone di carta (o meglio, di cartoncino); oppure è possibile creare il disegno con un programma di grafica, per poi stamparlo; o ancora, in alcuni casi si parte da vere e proprie fotografie, le quali – dopo aver aumentato al massimo il contrasto per far risaltare le linee – vengono stampate in tipografia.

Esempio di stencil con foglie

Ritagliare il disegno

Bene, ora abbiamo il nostro disegno di partenza. Ma come si fa a riportarlo su un muro? É subito detto: quel disegno fa ritagliato, in modo da creare la maschera per il murales. Anche qui esistono diverse possibilità. È possibile ritagliare direttamente il cartoncino utilizzato per disegnare o per stampare l’immagine, ma si può anche riportare tutto su un foglio di acetato (in quel caso basterà appoggiare il foglio di acetato sopra al disegno originale e, grazie alla sua trasparenza, sarà facile ritagliarlo utilizzando un coltellino o un taglierino).

Ovviamente l’acetato presenta dei grossi vantaggi rispetto al supporto di carta: la sua consistenza plastica e la sua rigidità garantiscono una maggiore durata, cosa che non si può certo dire a proposito dei cartoncini – molto spesso vittime di strappi, soprattutto dopo il primo utilizzo.

Lo svantaggio dell’acetato è quello di essere leggermente più difficile da ritagliare: con un coltellino ben affilato, però, si può assolutamente superare questo ostacolo senza troppi sforzi. Ritagliare un disegno complesso può risultare lungo e difficile: talvolta, in caso di parecchi particolari, sono necessarie intere giornate di lavoro, stando attenti a lasciare i necessari ‘ponti’ tra una parte e l’altra del supporto (un taglio di troppo, infatti, potrebbe compromettere seriamente il risultato finale).

Usare stencil e bombolette spray

A questo punto, finalmente, è possibile prendere tutti i propri accessori di Street Art e, insieme al proprio stencil, affrontare la parete prescelta. Indispensabili, dunque, non solo le bombolette spray, ma anche un bel rotolo di scotch di carta per fissare lo stencil alla parete in modo perfettamente fermo, un eventuale telo per proteggere il pavimento, qualche cap per bomboletta spray per aggiungere eventuali dettagli (come per esempio un Calligraphy Cap per la firma) e un paio di matite da sketching (perché non si sa mai).

Attaccato lo stencil alla parete, si potrà iniziare a creare il murales: una mano – coperta da un bel guanto in lattice – dovrà mantenere lo stencil ben aderente alla parete, mentre l’altra maneggerà la bomboletta spray, dalla distanza prescelta e con la pressione più adatta. Molte opere di stencil art richiedono un solo colore e una sola maschera; in altri casi, invece, si opta per più colori diversi e per più maschere – come per esempio una per lo sfondo e un’altra per i dettagli.

Eccoci giunti al termine di questa guida per fare stencil con gli accessori per Street Art: ora non ti serve altro che trovare l’ispirazione giusta. Per acquistare a prezzi convenienti bombolette spray, capsule e altri accessori di qualità per la Stencil Art, invece, ti basta visitare le pagine del nostro e-commerce!

Stencil fatto in casa per bambini

Articolo scritto da:

Fondatore del progetto MomArte, appassionato di pittura e Belle Arti a 360 gradi, completamente autodidatta e felice di essere un "eterno studente" (d'altronde non si finisce mai di imparare, no?). Amo scrivere articoli dove parlo delle tecniche pittoriche e dei materiali per dipingere. Se hai qualche domanda scrivimi e sarò felice di risponderti, oppure scopri di più su di noi!

Leave A Comment