MomArte srls

Recensione degli acrilici liquidi Liquitex Ink

  • View Larger Image Flaconi di acrilico liquido blu

In questo articolo ti presento gli acrilici liquidi Liquitex Ink.

Andiamo con ordine: si parlerà di colori acrilici, o meglio, di un prodotto a base acrilica.

Tante persone non conoscono bene la differenza tra acrilici liquidi e inchiostri. E ancora di meno sanno quali sono le caratteristiche di questi acrilici liquidi e come possono essere utilizzati per creare stupendi dipinti.

Questo articolo è una recensione tecnica degli acrilici liquidi Liquitex Ink.
Li abbiamo studiati, li abbiamo provati e ci sono piaciuti davvero tanto. Ora vogliamo condividere con te quello che abbiamo imparato!

Cosa significa acrilico liquido?

Ma cosa significa precisamente acrilico liquido? Con questo termine si definisce una particolare categoria di colori acrilici con una bassissima viscosità, quasi identica a quella degli inchiostri.

Non dobbiamo confondere gli acrilici liquidi con gli acrilici fluidi, in quanto, molto spesso, vi è una sottile differenza. Solitamete i gli acrilici definiti “fluid” o fluidi, hanno una viscosità maggiore, pur essendo molto bassa. L’effetto è un po’ come se rendessimo fluido dei colori acrilici classici con un medium fluidificante. Gli acrilici liquidi invece è come se fossero diluiti con acqua, senza però perdere in alcun modo carattere e pigmentazione.

L’acrilico liquido può essere chiamato anche inchiostro acrilico, proprio per questo motivo Liquitex ha scelto la denominazione “Liquitex Ink”.

La caratteristica principale che differenzia gli acrilici liquidi dagli inchiostri classici è la sua composizione. Gli inchiostri vengono realizzati, nella maggior parte dei casi, utilizzando dei coloranti, in una base d’acqua o alcoolica.

Gli acrilici liquidi Liquitex Ink invece sono prodotti a partire da pigmenti puri e di assoluto pregio. Gli stessi pigmenti utilizzati anche per altre serie di colori acrilici come Heavy Body o Soft Body.

Le caratteristiche principali

Gli acrilici liquidi Liquitex Ink presentano delle caratteristiche uniche, che li differenziano in maniera chiara e netta da altri prodotti quali inchiostri o acquerelli liquidi.

Qui sotto elencherò le principali, in modo da chiarire ogni tuo dubbio

Li puoi usare con pennelli, pennino o aerografo

La combinazione di acrilico e di bassa viscosità, essendo di fatto liquidi, ti permetterà di utilizzare questi colori in davvero molti modi.

Grazie alla pipetta presente sul tappo del flacone puoi depositarli sulla superficie da dipingere senza problemi. Per stendere la vernice puoi usare un pennello, una pennellessa, ma anche un pennino per calligrafia.

E se invece ami l’aerografo, non dimenticare che sono al 100% compatibili con questo strumento. Molti artisti dell’aerografo li usano per le loro opere con grande successo.

Vari livelli di copertura

Essendo formulati a partire da pigmenti (e non coloranti) ogni tonalità ha il suo livello di copertura, che dipende appunto dal pigmento utilizzato.

Ecco quindi che avrai colori coprenti, semi-coprenti o trasparenti. Il diverso grado di copertura ti permetterà di realizzare effetti e sovrapposizioni

Non nocivi per l’utilizzo in studio o a scuola

Il simbolo presente sulla bocetta e nella cartella colore, con indicata la sigla AP (Approved Product) ne certifica la sicurezza.

Questo significa che queste vernici sono state testate ed approvati dall’Art and Creative Materials Institute presso la Duke University negli Stati Uniti (Paese dove vengono prodotte le vernici Liquitex). Puoi usare i colori Liquitex sia in studio che a scuola, senza preoccuparti che possano essere nocivi alla salute o alle persone che li adoperano.

Permanente e resistente all’acqua

Dopo l’applicazione asciuga rapidamente, proprio come un qualsiasi altro acrilico.

Inoltre, a differenza di acquerelli o altri inchiostri, è totalmente resistente all’acqua. Questo significa che potrai lavorare con sovrapposizioni o applicare altri colori senza il rischio di sbavare o di fare macchie.

Non deteriorabili nel tempo

I lavori realizzati con gli acrilici liquidi Liquitex Ink si conservano inalterati nel tempo. La conservazione è infatti garantita per più di 50 anni in ambiente di galleria o museo, quindi con illuminazione controllata e protezione da agenti esterni.

I pigmenti sono classificati in base ai parametri dell’American Society for Testing & Materials (ASTM) e vengono utilizzati esclusivamente pigmenti con valutazione ASTM I o II.

Attenzione: La resistenza alla luce è minore nei colori che utilizzano pigmenti metallici.


Esempi di uso e di resa

L’utilizzo dei colori acrilici Liquitex Ink è vario e davvero soddisfacente.

Dalle prove che ci è capitato di fare è stato possibile utilizzarli in svariate situazioni diverse, sperimentando tecniche nuove, ma anche provando metodi più classici.
Lo stesso ci è stato confermato dagli artisti che ogni giorno utilizzano i prodotti Liquitex a livello professionale, per i lavori da esporre nelle gallerie di tutto il mondo.

  • Bagnato su bagnato: quasi come fossero acquerelli, è possibile stendere gli acrilici liquidi su un fondo bagnato con una pennellessa. Il colore si disperderà nell’acqua, creando macchie di colore e forme inaspettate
  • Machie di colore su tela: come un aspirante Pollock, è possibile lavorare con macchie di colore sulla tela, dosate utilizzando il pratico dosatore a pipetta.
  • Velature e trasparenze: ogni colore ha il suo livello di trasparenza, dato dal pigmento. Se vuoi provare a donare un effetto quasi “acquerellato” e creare delle velature trasparenti, è lo strumento perfetto, soprattutto se usato in combinazione con il medium per velature.
  • Colori metallici: la serie Liquitex Ink propone anche dei colori metallici davvero niente male! Si direbbe quasi del metallo fuso… Oro, Argento, Rame e Bronzo!
  • Colori Tenui e Muted: Esistono altre serie speciali di tonalità. Una di queste è chiamata “muted”, che potremmo tradurre come colori tenui o spenti. Si tratta in realtà di colori molto profondi, meno brillanti, ma con un forte carattere!

Articolo scritto da:

Fondatore del progetto MomArte, appassionato di pittura e Belle Arti a 360 gradi, completamente autodidatta e felice di essere un "eterno studente" (d'altronde non si finisce mai di imparare, no?). Amo scrivere articoli dove parlo delle tecniche pittoriche e dei materiali per dipingere. Se hai qualche domanda scrivimi e sarò felice di risponderti, oppure scopri di più su di noi!

Leave A Comment