MomArte srls

Dipingere un drago con gli Acquerelli Winsor&Newton

  • View Larger Image

In questo articolo mostreremo come dipingere un drago grazie agli Acquerelli Professional Watercolour di Winsor&Newton. Questi colori sono acquerelli professionali realizzati con i pigmenti più fini e si contraddistinguono per una resa brillante, permanente e luminosa.

L’articolo prende ispirazione dal nostro video YouTube realizzato grazie alla fantastica collaborazione di Silvio Boselli, docente di acquerello e illustrazione presso la Scuola Superiore d’Arte Applicata di Milano. Silvio ha iniziato a “sporcarsi le mani con l’acquerello” durante il periodo della scuola e, dopo essere rimasto colpito dalla resa di un tubetto di Blu di Ftalo, ha scoperto la sua passione e il suo amore per i colori.

Quali sono i materiali che utilizzeremo in questa guida?

I grandissimi protagonisti della nostra guida saranno, come detto in precedenza, i Professional Watercolour di Winsor&Newton. Stiamo parlando della gamma di acquerelli professionali prodotti dal marchio inglese, essi si contraddistinguono infatti per l’utilizzo di pigmenti di qualità e per un’incredibile resistenza alla luce.

A testimonianza della qualità di questi colori, ci piace sottolineare come 79 delle 109 tonalità siano realizzate a pigmento singolo. Questo fa sì che Winsor&Newton riesca ad offrire una tra le gamme di pigmenti più ampia disponibile sul mercato. Se desideri maggiori informazioni riguardo questi fantastici colori, consigliamo di dare uno sguardo alla nostra recensione.

Per poter utilizzare i colori avremo bisogno dei pennelli. Per questa guida Silvio avrà a disposizione i Pennelli Professional Watercolour di Winsor&Newton. Stiamo parlando di peli sintetici che imitano alla perfezione la resa del pelo naturale, garantendo un flusso di colore omogeneo e consistente, consentendo la realizzazione di pennellate fluide.

Oltre ai colori e ai pennelli ci servirà della carta. Per questa guida Silvio utilizzerà un supporto prodotto sempre da Winsor&Newton, stiamo parlando del Blocco per Acquerello Grana Fine. La carta è realizzata al 100% in cotone, collata su 4 lati, totalmente priva di acidi e con grammatura di 300 gr/mq. Tutte queste caratteristiche ci consentiranno di lavorare alla perfezione con i nostri acquerelli.

Realizziamo un drago con gli Acquerelli Winsor&Newton

Come si può facilmente intuire dal titolo, in questa guida realizzeremo un drago. Il drago è un soggetto che mette insieme elementi fantasy ed elementi di anatomia naturalistica. Nello specifico Silvio ha preparato un disegno che rappresenta la rinascita del drago.

L’utilizzo del liquido per mascherare

Nel soggetto raffigurato da Silvio ci sono due punti di luce che vanno preservati con l’uso del liquido di mascheratura, per questa illustrazione utilizzeremo quello di Winsor&Newton.

Il liquido è leggermente viscoso e impiega dai 5 ai 15 minuti per asciugarsi. Si può stendere con un pennello di caucciù o con un pennello sintetico, quest’ultimo va però tenuto pulito grazie all’utilizzo di ammoniaca evitando così che le setole si induriscano e che il pennello sia da buttare.

La stesura del colore di fondo

Per questo soggetto Silvio utilizzerà una gamma di colori legati alle terre. Nello specifico ha preparato quattro miscele:

  • Oro + Terra di Siena Bruciata
  • Terra di Siena Bruciata + Bruno Van Dyck
  • Bruno Van Dyck + Blu Oltremare
  • Blu Oltremare + Lamp Black

Una volta preparate le tonalità, Silvio inizia con il stendere i colore di fondo. Nello specifico utilizza una Pennellessa Piatta per bagnare il foglio e un Pennello Bombasino per la stesura del colore. Lo strato d’acqua deve essere distribuito uniformemente, prestando molta attenzione a non formare delle pozze.

Dopo questo passaggio Silvio provvede a preparare una noce di colore sul bordo della tavolozza in modo da poter modulare la miscela e la diluizione. Fatto ciò, parte dai colori più chiari fino ad arrivare ai colori più scuri scuri, il tutto lavorando su un piano inclinato, consentendo così al colore di scendere per gravità.

Prima che il colore sia del tutto asciutto interviene con un pennello leggermente umido, creando così una scia di luce.

Creare una velatura sul corpo del drago

Una volta asciugato il colore di fondo, Silvio utilizza la stessa gamma di colori per creare una velatura sul corpo del drago. Come in precedenza, parte dal colore più chiaro.

Durante la realizzazione della velatura Silvio cambia tipo di pennello in relazione al livello di dettaglio da realizzare. Per i dettagli più fini, utilizza infatti le punte più sottili. Per questo tipo di lavoro è molto importante disporre di una carta a lento assorbimento, così come è altrettanto importante mantenere il colore bagnato durante la realizzazione.

Successivamente, sulla stesura ancora bagnata, Silvio procede alla realizzazione di ombre e contorni e, con il colore concentrato, definisce quelle che sono le creste del drago. Un trucco per definire le orecchie e la cresta del drago consiste nell’utilizzare il retro del pennello trascinando così il colore. Per schiarire le parti più luminose aggiunge poi piccole gocce d’acqua.

Completare il corpo del drago

Una volta eseguiti questi passaggi Silvio procede con il completare il drago grazie a tonalità sempre più scure e, dal momento che sta già utilizzando il colore scuro, ne approfitta per realizzare gli spuntoni delle rocce.

Terminato il corpo, utilizzando sempre lo stesso procedimento, si procede con il colorare e terminare le ali del drago. Un altro trucco consiste nell’utilizzare il dorso di un cucchiaino per ottenere degli effetti di schizzo. Picchiettando due pennelli Silvio fa sgocciolare il colore, donando così movimento all’immagine. Per donare invece volume, aggiunge una velatura d’ombra.

Lavorare sui dettagli e rimuovere il liquido per la mascheratura

Quando il colore è ben asciutto Silvio procede a lavorare sui dettagli del viso. A questo punto è possibile rimuovere il liquido per la mascheratura, grazie ad una gomma morbida si rimuove la pellicola prestando molta attenzione a non esercitare troppa pressione sul foglio.

Fatto ciò, non resta che stendere un colore caldo nelle aree precedentemente coperte dal liquido di mascheratura e aggiungere gli ultimi dettagli.

Siamo giunti al termine della nostra guida, per poter scoprire al meglio come realizzare i diversi passaggi, consigliamo di dare uno sguardo al nostro video YouTube che abbiamo condiviso ad inizio articolo. Se desiderate invece “sporcarvi le mani” con Silvio, vi aspetta ai corsi di acquerello e illustrazione organizzati presso la Scuola Superiore d’Arte Applicata di Milano, sia dal vivo che online, a presto!

Articolo scritto da:

Federico è appassionato di scrittura, di arte e di sport. Su MomArte si occupa della realizzazione degli articoli e dei rapporti con gli Artisti con cui collaboriamo!

Leave A Comment