MomArte srls

7 alternative alle matite colorate Prismacolor

  • View Larger Image

Le matite colorate Prismacolor sono indubbiamente un ottimo prodotto ma spesso artiste e artisti faticano a trovarle sia sul mercato italiano sia su quello europeo.

Proprio per questo motivo, oggi vogliamo proporre 4 alternative alle Prismacolor altrettanto valide e che presentano caratteristiche uniche e super interessanti. Andiamo!

6 alternative alle matite colorate Prismacolor

Quando si parla di Prismacolor Premiere si fa riferimento a matite colorate prodotte tramite pigmenti di alta qualità dotate di una mina super morbida, perfetta per la realizzazione di linee marcate, miscele di colore delicate oppure ombre setose. Le mine sono molto forti e resistenti, favorendo la possibilità di ottenere punte affilate ideali per la realizzazione di tratti precisi e definiti.

Tutte queste sono indubbiamente caratteristiche interessanti, ma vediamo ora quelle che possono essere delle alternative a queste matite molto ricercate da artiste e artisti italiani, e non solo. Scopriamole insieme!

Le matite colorate Derwent Chromaflow

L’alternativa n.1 alle Prismacolor sono sicuramente le Derwent Chromaflow. Si tratta di matite colorate di alta qualità con una mina da 3.5mm avvolta in un corpo in legno da 7.2mm. Quello che caratterizza le Chromaflow e che al tempo stesso le rende molto simili alle Prismacolor, è l’elevata morbidezza della mina. Questa peculiarità permette a disegnatrici e disegnatori di miscelare facilmente tra di loro i colori e di ottenere sfumature uniche.

Oltre alle caratteristiche di cui abbiamo appena parlato va sottolineata anche un’ottima resistenza alla luce. Il 60% delle tonalità presenti all’interno della cartella colori viene classificata con un voto che va da 6 a 8 sulla scala Blue Wool.

Le matite colorate Derwent Drawing

Proseguiamo il nostro elenco parlando di un altro prodotto dell’azienda britannica, ovvero le Derwent Drawing. Le Drawing sono conosciute sopratutto per la grandezza della mina di 5mm, tra le più grandi disponibili sul mercato. Il corpo di 8mm è realizzato in legno e viene verniciato con il caratteristico colore rosso, su di sono incise tutte le informazioni utili.

La cartella colori, a differenza di altre matite colorate, non è troppo vasta ed è composta da 24 tonalità. I colori della gamma Drawing sono per la maggior parte desaturati e rendono al meglio se realizzati per ritratti, sia umani sia animali, e per paesaggi naturalistici. Esattamente come per le Chromaflow, anche in per questo prodotto stiamo parlando di una mina morbida, ottima se utilizzata insieme a pastelli ad olio o a cera.

Disegnatrici e disegnatori di tutto il mondo sono soliti utilizzare le Drawing per creare basi di colore, sia per tonalità che per la possibilità di sovrapporre altri strati, anche utilizzando matite di diverso modello. Le Drawing sono anche utilizzate per intensificare contrasti e zone d’ombra, questo perché i loro colori rendono bene anche se applicati sopra altri strati.

Matite colorate Derwent Coloursoft

Le matite colorate Derwent Coloursoft presentano un corpo tondo da 8mm che avvolge una mina da 4mm. Quest’ultima è a base di cera, morbida e particolarmente cremosa, caratteristiche che la rendono una validissima alternativa alle Prismacolor, oltre alla possibilità di utilizzarle su supporti come la Carta Pastelmat di Clairefontaine.

Artiste e artisti le apprezzano per la possibilità di utilizzarle per colorare sfondi e per coprire grandi aree, senza dover esercitare un’eccessiva pressione sulla carta. Grazie al loro utilizzo si riesce a dar vita, in maniera estremamente semplice, ad eccezionali sfumature, grazie soprattutto all’utilizzo del blender.

I colori appartenenti alla gamma sono tutti particolarmente vivaci, brillanti e luminosi, risultando particolarmente resistenti alla luce sopratutto nelle tonalità dei marroni, arancioni, nei grigi e con alcuni dei blu, verdi e viola.

Matite colorate Supracolor Soft Caran d’Ache

Proseguiamo la nostra lista di alternative con le Caran d’Ache Supracolor Soft. Si tratta di matite acquerellabili caratterizzate da una mina extra morbida, motivo principale per cui rappresentano un’alternativa super valida alle Prismacolor. La mina stessa è di 3,8mm ed è avvolta da un corpo esagonale in legno di cedro di diametro 6,9mm.

Il corpo della matita è verniciato esattamente con la stessa tonalità presente all’interno della matita, una peculiarità sempre molto apprezzata da disegnatrici e disegnatori che possono così scegliere rapidamente il colore da utilizzare. Pur essendo acquerellabili le Supracolor possono essere utilizzate esattamente come delle classiche matite colorate e, dopo svariati utilizzi, siamo certi nell’affermare che hanno una consistenza abbastanza gessosa. La cartella colori è piuttosto ampia e vanta al suo interno ben 120 tonalità.

Le matite colorate Polychromos Faber-Castell

Le matite colorate Polychromos da oltre 100 anni vengono utilizzate da artiste e artisti di tutto il mondo e il loro lancio sul mercato, avvenuto nel 1908, ha segnato un punto di svolta per il mondo dei materiali da disegno.

Queste matite colorate non vengono utilizzate soltanto da disegnatrici o disegnatori amatoriali ma anche da designer e illustratori professionisti. Un esempio è quello di Karl Lagerfeld che, per la realizzazione dei suoi lavori, si affidava alle Polychromos.

Le Polychromos sono caratterizzate da un classico corpo tondo da 8mm in legno di cedro americano. All’interno del corpo troviamo la mina da 3,8mm, prodotta grazie a pigmenti di elevata qualità. L'”anima” della matita è a base d’olio e, come tutte le matite colorate di questo tipo, ha il nucleo leggermente più duro delle altre matite, risultando perfetta sia per la realizzazione di dettagli sia per la colorazione di grandi aree.

La matita esteticamente è molto semplice, con il corpo che presenta la stessa tonalità della mina e con diverse incisioni di colore oro. Incisioni che indicano: la provenienza della matita (Germania), il nome del prodotto, il logo e la scritta Faber-Castell, il codice colore e le stelline che indicano la resistenza alla luce. I più attenti avranno anche notato le lettere SV, questa sigla simboleggia il sistema cui vengono prodotte le matite, il quale prevede che l’intera lunghezza della mina sia incollata al corpo di legno, favorendo la resistenza agli urti e limitando le rotture.

Matite colorate Luminance Caran d’Ache

Un’ulteriore valida alternativa di qualità alle matite colorate Prismacolor sono le Luminance di Caran d’Ache. Queste matite sono pensate per artiste e artisti che ricercano un prodotto di qualità premium in grado di fare la differenza.

Stiamo parlando di mine da 3,8mm avvolte da un corpo tondo in legno di cedro. La mina è morbida ma, al tempo stesso, garantisce un’ottima tenuta della punta. Durante il loro utilizzo non si vedrà la mina sgretolarsi e non sarà necessario temperarla di continuo.

La mina presenta un’alta concentrazione di pigmento, garantendo così colori intensi e coprenti. Le Luminance sono ideali sia se utilizzate per colorare ampie aree de disegno, sia per realizzare sfumature particolari.

La cartella colori vanta al suo interno 100 diverse tonalità, tra cui è possibile trovare colori chiari, scuri, caldi e freddi. Tutte e 100 sono contraddistinte da una resistenza alla luce mai vista prima, la conformità agli standard ASTM D-6901 assicura la conservazione delle tonalità originali per molto tempo.

Vuoi saperne di più sulle Luminance Caran d’Ache? Dai uno sguardo alla nostra guida YouTube



Come avrai potuto capire, le Luminance sono tra le migliori matite colorate disponibili sul mercato. Grazie all’aiuto della bravissima Giulia le abbiamo testate e abbiamo realizzato una fantastica guida Youtube di cui puoi trovare la trascrizione cliccando a questo link.

All’interno della guida Giulia parlerà delle caratteristiche di queste matite, realizzando degli swatch e spiegando come sfumare i colori. Il tutto si chiude con un ripasso di come temperare le matite e con la realizzazione di un’illustrazione. Ti consigliamo di dargli uno sguardo se vuoi sapere di più sulle Luminance.

Matite colorate Derwent Lightfast

Le Derwent Lightfast rappresentano una validissima alternativa alle Prismacolor e sono le primissime matite a base olio a essere mai state prodotte. Ciò che contraddistingue queste matite da tutte le altre presenti sul mercato è la resistenza alla luce, Derwent infatti sostiene che tutti i 100 colori presenti all’interno della gamma possano mantenere la loro tonalità originale per ben 100 anni.

All’interno del corpo in legno d’acero si trova una mina da 4mm che, come anticipato, è a base oleosa. I colori assicurano una resa calda e profonda, le tonalità sono intense e coprenti, grazie sopratutto ai pigmenti extrafini utilizzati per la produzione della mina.

Queste matite sono resistenti ai cambiamenti cromatici e, proprio per questo motivo, se conservate nel modo giusto, in ambienti quindi non umidi e non direttamente esposti alla luce, possono mantenere le tonalità originali per ben 100 anni.

Vuoi saperne di più sulle Derwent Lightfast? Dai uno sguardo alla nostra guida YouTube



Grazie all’aiuto della bravissima Giulia abbiamo realizzato una guida YouTube utilizzando le Lightast, di cui è possibile trovare la trascrizione cliccando qui. All’interno della guida Giulia farà un breve confronto tra la resa delle Lightfast e delle Luminance per poi concludere con una fantastica illustrazione.

Un articolo molto utile per scoprire in maniera approfondita quelle che sono le caratteristiche di queste matite e, perché no, anche per prendere ispirazione per i tuoi prossimi disegni.

Matite colorate Derwent Coloursoft

Le matite colorate Derwent Coloursoft presentano un corpo tondo da 8mm che avvolge una mina da 4mm. Quest’ultima è a base di cera, morbida e particolarmente cremosa, caratteristiche che la rendono una validissima alternativa alle Prismacolor, oltre alla possibilità di utilizzarle su supporti come la Carta Pastelmat di Clairefontaine.

Artiste e artisti le apprezzano per la possibilità di utilizzarle per colorare sfondi e per coprire grandi aree, senza dover esercitare un’eccessiva pressione sulla carta. Grazie al loro utilizzo si riesce a dar vita, in maniera estremamente semplice, ad eccezionali sfumature, grazie soprattutto all’utilizzo del blender.

I colori appartenenti alla gamma sono tutti particolarmente vivaci, brillanti e luminosi, risultando particolarmente resistenti alla luce sopratutto nelle tonalità dei marroni, arancioni, nei grigi e con alcuni dei blu, verdi e viola.

Articolo scritto da:

Federico è appassionato di scrittura, di arte e di sport. Su MomArte si occupa della realizzazione degli articoli e dei rapporti con gli Artisti con cui collaboriamo!

Leave A Comment