MomArte srls

La storia di Conté À Paris

  • View Larger Image

Oggi ci concentreremo sul mondo del disegno artistico e, nello specifico, parleremo di Conté À Paris. Un marchio storico che dal 1795, anno della sua fondazione, riveste il ruolo di uno dei protagonisti nel mondo delle matite, pastelli e carboncini.

In questo articolo parleremo della storia del famoso marchio francese e parleremo dei suoi principali prodotti, soffermandoci sulle caratteristiche principali e sulle peculiarità.

La storia di Conté À Paris

La storia del marchio Conté À Paris non può per nessun motivo essere separata dalla personalità del suo fondatore Nicolas Jacques Conté. Nato nel 1755 è stato un pittore, chimico, fisico e inventore.

Nel 1794 fu protagonista di una grandissima invenzione, ovvero quella della mina artificiale, ottenuta grazie ad un’elaborata miscela di argilla e grafite. Grazie a questa nuova e particolare composizione, fu possibile graduare la durezza della mina. Il brevetto riguardante tale invenzione fu immediatamente depositato.

Qualche anno più tardi Nicolas Jacques Conté diede vita ad un’altra grandissima creazione, ovvero le matite senza involucro (mine nude), pensate in sostituzione di quelle in “pietra italiana”. Inoltre, per rispondere alle esigenze degli artisti, si concentrò nel rendere i suoi colori “fissi e inalterabili”, creando così matite d’arte e pastelli pensati appositamente per artisti.

Con il passare degli anni il perfezionamento e l’ampliamento della gamma di tali prodotti, hanno portato il marchio francese a diventare uno dei punti di riferimento per gli artisti di tutto il mondo, sia professionisti che amatoriali.

I prodotti di Conté À Paris

In questo paragrafo dedicato interamente al marchio francese Conté À Paris, parleremo dei suoi prodotti principali. Nello specifico, ci dedicheremo alle loro caratteristiche e a ciò che li rende riconoscibili in tutto il mondo. Partiamo!

I carré

I Carré di Conté À Paris sono prodotti di assoluta qualità e si dividono in due diverse tipologie: I Carré Colorati e i Carré per Schizzo.

I Carré Colorati permettono di realizzare opere incredibilmente dettagliate, grazie soprattutto all’utilizzo degli spigoli dei bastoncini stessi. Possono essere utilizzati per realizzare schizzi oppure per opere sia monocromatiche che policromatiche, garantendo all’artista un’ottima resa. Una caratteristica molto apprezzata è inoltre la possibilità di utilizzarli insieme a colori ad olio oppure a colori acrilici.

La seconda tipologia sono invece i Carré per Schizzo. La gamma è composta da diverse tonalità sanguigne, dal grigio e dal bistro. Quesi pigmenti vengono affiancati anche da 3 gradazioni di bianco e nero e da due colori pensati appositamente per la realizzazione di ritratti, ovvero il rosa e il marrone. I Carré presentano una texture estremamente morbida e vengono realizzati esclusivamente con pigmenti naturali, argilla e un legante. Anch’essi possono essere utilizzati insieme a colori ad olio oppure acrilici.

Le matite Conté À Paris

Il marchio francese, oltre ai Carré, offre anche una vasta gamma di matite. È possibile trovare assortimenti di matite sanguigne, di matite da disegno, oppure di matite schizzo.

Matite Seppia

Partiamo a parlare della Matita Seppia, essa è caratterizzata da una tonalità che ricorda molto la Terra d’Ombra Bruciata. Si asciuga molto facilmente e, a seconda della pressione esercitata, il disegno può diventare più o meno coprente.

Matita Sanguigna

La Matita Sanguigna è perfetta per realizzare schizzi o opere. È contraddistinta da un colore ruggine estremamente intenso che può essere sfumato facilmente. Se utilizzata con mina appuntita regala un tratto estremamente preciso, al contrario, se utilizzata con una mina usata, più la pressione è forte e più il disegno è coprente.

Matite Graduate Pierre Noire

Questa matita è utilizzabile su numerosissimi supporti, tra cui: blocchi per schizzo, carta da spolvero, carta cotone, tele di lino o di cotone e persino tavole gessate. Il suo tratto è caratterizzato da un nero intenso e profondo, il tutto grazie ad una mina estremamente tenera.

Matite Graduate Carboncino

Abbiamo poi le Matite Graduate Carboncino, utilizzate soprattutto per tratti sottili e brillanti. Queste matite consentono di ottenere un risultato asciutto e denso, caratterizzato da un nero molto denso. Caratteristica molto apprezzata dagli artisti, è la possibilità di mischiarla con la matita sanguigna e seppia.

Matite Graduate Fusaggine

La Matita Fusaggine di Conté À Paris si distingue per un’elevata resistenza. Il suo utilizzo permette all’artista di ottenere un risultato asciutto e denso, di colore nero intenso.

Matite Graduate Grafite

La Matita in Grafite presenta una mina particolarmente vellutata, che non graffia il foglio e che scorre piacevolmente sul supporto. La differenza tra le dvverse mine è determinata dalla proporzione di argilla e grafite contenuta, indicata dalle lettere H (Hard) e B (Black).

Matita Bianca

Un’altra matita molto interessante è la Matita Bianca. Ovviamente il suo utilizzo è consigliato su carta nera, ma può essere sfruttata per contrastare, ammorbidire, illuminare i punti più belli di qualsiasi soggetto.

La fusaggine pressata

Altro eccezionale prodotto di Conté À Paris è la fusaggine. I carboncini hanno una resa secca e densa, d’un nero intenso. Molto interessante è la possibilità di utilizzare questo prodotto insieme a due matite che abbiamo visto in precedenza, ovvero la Sanguigna e la Seppia.

I carboncini compressi vengono preparati con una formula chimica a base di pigmenti e leganti. Tale procedimento conferisce ai carboncini una forma regolare che consente una migliore presa. Questi carboncini sono meno volatili e durano più a lungo di quelli naturali. Il nero è più profondo e grasso, lascia sulla carta una traccia più intensa.

Gli accessori da disegno

Chiudiamo il nostro articolo con un paragrafo dedicato a due importanti accessori per il disegno prodotti da Conté À Paris. Stiamo parlando della Gomma Pane e degli Sfumini Bianchi.

Gli sfumini permettono all’artista di ammorbidire i tratti tracciati con il pastello o con la matita. Esattamente come si potrebbe fare con le dita, essi consentono di intervenire sul foglio in modo localizzato, andando a sfumare con precisione la zona desiderata.

La gomma pane è invece uno strumento necessario per tutti i disegnatori. Estremamente comoda consente agli artisti di assorbire, grazie una semplice pressione, la polvere di colore sul foglio senza lasciarne traccia.

Articolo scritto da:

Federico è appassionato di scrittura, di arte e di sport. Su MomArte si occupa della realizzazione degli articoli e dei rapporti con gli Artisti con cui collaboriamo!

Leave A Comment