MomArte srls

Tempio di Paestum al tramonto con gli Acquerelli Rembrandt

  • View Larger Image

Oggi realizzeremo insieme un’illustrazione davvero speciale! Faremo un tuffo nel passato, fino alle meraviglie dell’antichità. Per la tavola del nostro nuovo tutorial ci ispireremo ai maestosi Templi di Paestum.

Il Parco Archeologico di Paestum conserva degli esemplari unici dell’architettura magno-greca: il tempio di Era, il tempio di Atena e il cosiddetto tempio di Nettuno il più grande tra i templi edificato in onore del dio Poseidon-Nettuno, in stile dorico tra il VI-V secolo.

Per realizzare la nostra tavola utilizzeremo gli Acquerelli Extrafine by Rembrandt, confezione in metallo da 12 mezzi godet nei colori Paesaggio, sperimenteremo le diverse gradazioni e sfumature di colore dipingendo una coloratissima tavola con i nostri formidabili Acquerelli Rembrandt pensati per chi vuole dipingere dei paesaggi.

Gli Acquerelli Rembrandt sono realizzati con i migliori materiali, colori di qualità professionale composti dai pigmenti più puri e da gomma arabica di prima qualità per colori brillanti e costanti. Ideali per sperimentare al meglio le proprietà dell’Acquerello. La confezione in metallo ha il coperchio con cerniera da utilizzare come tavolozza.

Andiamo a scoprire l’occorrente di oggi!

Il materiale necessario per questo tutorial

Per la realizzazione di questo lavoro avremo bisogno di:

  • Set Acquerelli Rembrandt 12 mezzi godet, nello specifico:
    • Terra di Siena Naturale (234)
    • Giallo Azo scuro senza cadmio (248)
    • Giallo limone permanente (254)
    • Arancio benzimidazolone (297)
    • Lacca di Garanza permanente (336)
    • Rosso permanente medio (377)
    • Terra d’Ombra Bruciata (409)
    • Blu Oltremare profondo (506)
    • Blu violetto (548)
    • Blu Ceruleo scuro (550)
    • Verde di Hooker chiaro (644)
    • Verde Ftalo (675).
  • Pennelli Borciani e Bonazzi, in particolare:
    • N° 3 Punta Tonda, unico fiammato, serie 820,
    • N° 6 Punta Tonda, unico fiammato, serie 820,
    • N° 10 Punta Tonda, unico fiammato, serie 820,
    • N° 20 Pennellessa semplice, punta piatta, serie 800.
  • Blocco di carta per acquerello Amatruda, Grana fine 500g, 35,5 x 50.
  • Matita 2B
  • 2 contenitori per l’acqua
  • Un fazzoletto di carta o di cotone bianco.

Il Blocco di carta Amatruda, è prodotto secondo l’antica tradizione, presenta un PH neutro ed è disponibile in diverse misure con grammature che vanno da 200 a 500 g/mq; la materia prima é cotone 100%, non trattato con cariche né con sbiancanti. Il suo utilizzo è ideale per Acquerello ma perfetto anche per Tempera, Acrilico e Disegno Artistico!
Il blocco per Acquerello Amatruda che utilizzeremo per il nostro tutorial contiene 10 fogli, caratterizzati da una grammatura di 500gr e da grana liscia.

Come avrai notato dall’elenco, oltre alla Carta Amatruda, avrò a mia disposizione i Pennelli by Borciani e Bonazzi, serie 820. Prodotti in Italia e caratterizzati da altissima qualità, sono caratterizzati da una punta dal filato sintetico poroso e molto elastico. Caratteristiche che rendono questi pennelli ideali per tutte le tecniche, grazie al giusto compromesso tra assorbenza e morbidezza. Il manico è ergonomico e garantisce comfort durante la pittura.

Quali sono gli obiettivi di questa guida

Gli obiettivi di questo fantastico tutorial sono:

  • Esercitarsi con il disegno a mano libera
  • Dipingere per stratificazione di colore
  • Creare sfumature di colore

Realizziamo il disegno a matita

Come sempre inizieremo dal disegno a matita. Per il disegno mi sono ispirata ad alcune foto che ho scattato durante le mie visite. Prima di procedere con il disegno vero e proprio ho realizzato alcuni bozzetti a matita. Ho poi riportato il disegno sul blocco Amatruda e con l’aiuto di un righello ho definito la struttura portante del tempio e le scanalature delle colonne.

N.B. La carta Amatruda presenta una filigrana in basso a sinistra, percepibile anche al tatto e in controluce, che la rende unica.

Prima di proseguire con i colori ho delimitato i bordi del foglio con la carta gommata, in modo tale che, una volta finita la tavola, sarà possibile ottenere una cornice di foglio bianco.

Iniziamo a lavorare con i pennelli

Il nostro Tempio è composto da diversi elementi architettonici, ciascuno dei quali estremamente importante per l’insieme della struttura. Realizzeremo la tavola di oggi dipingendo passo dopo passo i singoli elementi che costituiscono questo meraviglioso esempio di architettura classica.

Step 1

Iniziate a dipingere la base della struttura del tempio con il Terra di Siena Naturale. Preparate in un recipiente di ceramica il colore diluito con un goccio d’acqua, con la Pennellessa by Borciani e Bonazzi stendete il colore con delle pennellate omogenee creando l’effetto di trasparenza tipico dell’acquerello.

La Pennellessa Semplice by Borciani e Bonazzi, caratterizzata da un filato sintetico bianco rappresenta un’ottima soluzione per dipingere aree di grandi dimensioni. Le setole presentano una buona morbidezza e ottima resistenza all’usura.

Dipingete l’intera base della struttura del tempio seguendo il verso in orizzontale, lasciate espandere il colore sul foglio per ottenere le sfumature tipiche dell’acquerello. Una volta completata la base lasciate asciugare. E’ importante per questo passaggio iniziale dosare bene l’acqua per evitare l’effetto onda sul foglio causato dall’acqua in eccesso.

Step 2

Procediamo il nostro lavoro con un nuovo pennello!

Una volta asciugato il primo strato di colore, che deve lasciar trasparire il disegno a matita, passiamo a dipingere gli spazi tra le colonne con la Punta Tonda N° 3 by Borciani e Bonazzi. Diluite il Terra d’Ombra Bruciata con l’acqua, avvalendovi delle apposite vaschette del cofanetto e dipingete gli spazi tra le colonne partendo dall’alto, poi con il pennello sfumate il colore verso il basso.

Seguite il disegno a matita che vi farà da guida. Tracciate delle pennellate leggere e stendete il colore leggermente diluito. Una volta completati tutti gli spazi tra le colonne lasciate asciugare.

In questa prima fase in cui andremo a definire la struttura del tempio useremo principalmente due colori: il Terra di Siena Naturale e il Terra d’Ombra Bruciata. Lavoreremo soprattutto sul contrasto di spazi in luce e in ombra.

Step 3: il frontone

Proseguiamo dunque con questo straordinario pennello, con cui è possibile stendere il colore con estrema facilità. A partire dall’angolo interno del frontone, dipingete uno strato di colore di Terra d’Ombra Bruciata creando le zone in ombra che faranno risaltare le parti in luce. Proseguite dipingendo la parte alta dell’angolo superiore del frontone e sfumate il colore in modo graduale verso la base.

Step 4: la trabeazione

Una volta asciugato il colore, passiamo alla fase successiva in cui andremo a definire la zona in ombra della trabeazione, ovvero la struttura che corre sopra le colonne. Dipingete la parte superiore con il Terra d’Ombra Bruciata, anche qui, stendete il colore con la punta del pennello e seguite il disegno a matita. Grazie alla punta sottile e flessibile del pennello, delineate i dettagli inferiori della trabeazione. Procedete con la stessa tecnica anche per la trabeazione laterale.

A questo punto, con il Terra di Siena Naturale dipingete la parte inferiore del frontone. Tracciate delle leggere pennellate orizzontali irregolari, in modo da ricreare l’effetto anticato tipico dei templi. Lasciate asciugare e ricalcate l’angolo superiore con il Terra d’Ombra Bruciata in modo da accentuare le zone in ombra.

Proseguite dipingendo un secondo strato di Terra d’Ombra Bruciata percorrendo tutta la trabeazione. Con la punta del pennello dipingete sul cornicione che divide la trabeazione dalla base del timpano, dei trattini verticali irregolari e ravvicinati, per ricreare l’effetto tipico della pietra consumata dal tempo.

Adesso con il Terra di Siena Naturale dipingete la base della trabeazione che poggia sui capitelli delle colonne.

Step 5: i capitelli

A questo punto con la Punta Tonda N° 3 by Borciani e Bonazzi, dipingiamo la parte superiore dei capitelli. I Capitelli sono compost da due rettangolini in prospettiva. Dipingete il rettangolo frontale con il Terra di Siena Naturale e quello laterale con il Terra d’Ombra Bruciata.

In questo modo la parte frontale risulterà più chiara e illuminata, lasciando la parte laterale in ombra. Grazie alla punta sottile sarà possibile stendere il colore anche negli angoli con facilità. Procedete per ciascun capitello.

Proseguite dipingendo con il Terra d’Ombra Bruciata la base inferiore del capitello, scurite le zone in ombra con del colore più intenso e lasciate la zona centrale più chiara e sfumata in modo da ricreare l’effetto di rotondità del capitello.

Step 6: le colonne

Prima di iniziare questo passaggio provvediamo a cambiare il pennello!

Proseguiamo con le colonne e utilizziamo la Punta Tonda N° 6 by Borciani e Bonazzi. Con il Terra di Siena Naturale leggermente diluito con un goccio d’acqua stendete delle leggere pennellate partendo dall’alto verso il basso sfumando il colore fino alla base. Man mano che procedete con le colonne tralasciate parte degli angoli in alto su cui torneremo successivamente.

Una volta arrivati alle colonne su cui è presente il disegno dei fiori, dipingete l’interno delle colonne seguendo il contorno esterno del disegno a matita lasciando i fiori bianchi.

Una volta terminate le colonne lasciate asciugare. A questo punto iniziamo a lavorare sulle ombre. A partire dalla prima colonna con il Terra d’Ombra Bruciata dipingete sulla parte alta delle colonne dei triangoli che poi sfumerete con il pennello dall’alto verso il basso. Definite anche i bordi delle colonne dipingendo con la punta del pennello dei sottili strati di colore che sfumerete leggermente verso l’interno. Procedete per tutte le colonne.

Proseguite dipingendo la base sfumando il colore dal basso verso l’alto, lasciando la parte centrale più chiara in modo da creare l’effetto di rotondità tipico della superficie delle colonne, denotando così profondità alle zone in ombra e facendo risaltare le zone in luce.

Una volta completata la base e le ombre delle colonne proseguite con la punta N°3 per definire le scanalature delle colonne dipingendo delle linee verticali sottili equidistanti. Grazie alla punta sottile di questo pennellino riuscirete a tirare delle linee sottili con estrema facilità. Procedete così per tutte le colonne.

Completate le colonne definite la base con i gradoni, con il pennello dipingete i contorni delle pietre con un tratto irregolare. Lasciate delle zone più chiare ed altre dipinte con uno strato di colore più carico per far risaltare le pietre in primo piano. Infine nella fascia intermedia tra il timpano e le colonne, dipingete le decorazioni sulla trabeazione con delle sottili linee ravvicinate alternate a spazi, in modo da riprodurre la tipica decorazione dei templi.

Step 7:il prato

A questo punto procediamo con la Punta Tonda N° 10 by Borciani e Bonazzi, dipingiamo con il Verde di Hooker chiaro diluito con un goccio d’acqua e dipingiamo la base con uni strato di colore sfumato in maniera graduale.

Lasciate asciugare e con la Punta Tonda N° 3 by Borciani e Bonazzi e il Verde Ftalo dipingete dei sottili ciuffi d’erba tra le pietre. Procedete poi a dipingere le foglie dei fiori con i verdi.

Step 8: i fiori

Con Lacca di Garanza permanente sfumate i petali dei fiori creando un effetto graduale di sfumature e lasciate asciugare. Una volta asciugata la base con il Giallo limone permanente dipingete partendo dal centro del fiore, un piccolo tondo centrale della corolla da cui far partire a raggiera tanti sottili pistilli terminanti con dei piccolissimi tondini.

Step 9: il cielo

Il set della Rembrandt dispone di colori dall’elevata brillantezza che ci consentiranno di realizzare un coloratissimo cielo al tramonto che farà da sfondo al nostro tempio creando un’atmosfera suggestiva.

Con la punta N°6 e il Blu Ceruleo scuro, leggermente diluito con l’acqua, dipingete con delle pennellate orizzontali una base sfumata. Sfumate il colore tracciando delle leggere pennellate sul foglio da sinistra verso destra a partire dal perimetro esterno del Tempio che risulterà invece più intenso e carico di colore.

Prima che il colore sia del tutto asciutto, dipingete delle leggere velature con il Giallo limone permanente, che si andranno a sfumare gradualmente con lo strato di Blu Ceruleo scuro. Proseguite dipingendo delle velature di colore con la Lacca di Garanza permanente e il Blu violetto ottenendo l’effetto colorato tipico del cielo al tramonto. In fine con il Blu Oltremare profondo definite con delle leggere pennellate i bordi esterni del tempio. Divertitevi nelle diverse sfumature del colore seguendo il verso in orizzontale e lasciate che i colori si sovrappongano. Otterrete un effetto davvero sorprendente!

Una volta terminato il cielo lasciate asciugare per qualche minuto e procedete sollevando la carta gommata dal foglio con molta cautela. Scoprirete così una cornice di foglio bianca che avete preservato dal colore.

Anche oggi siamo arrivati alla fine della nostra tavola. Adesso non resta che mettersi all’opera! Grazie di essere stati con noi.
Inviateci le foto delle vostre realizzazioni e considerazioni o lasciate dei commenti dei risultati ottenuti! 😊


Articolo ed illustrazioni a cura della formidabile Giada Di Vita.
Sito web: https://giadadivitart.webnode.it/
Profilo Facebook: https://www.facebook.com/Giadadivitaillustration/
Profilo Instagram: https://www.instagram.com/giadadivita_illustrazioni/

Articolo scritto da:

Federico è appassionato di scrittura, di arte e di sport. Su MomArte si occupa della realizzazione degli articoli e dei rapporti con gli Artisti con cui collaboriamo!

Leave A Comment