MomArte srls

Recensione dei Neocolor Caran d’Ache

  • View Larger Image

Sulle pagine del nostro Blog abbiamo già avuto modo di parlare di Caran d’Ache e della sua storia. L’azienda elvetica è riconosciuta dagli artisti come un’eccellenza quando si parla di matite colorate, in grafite e di pastelli.

Oggi ci concentreremo sui Neocolor, due prodotti di assoluta qualità, conosciuti e apprezzati in tutto il mondo. Parleremo delle loro caratteristiche e delle peculiarità di coloro che vengono considerati molto di più di un semplice pastello a cera.

Andiamo!

Pastelli Neocolor Caran d’Ache

Quando si parla di Neocolor bisogna subito specificare che esistono due diverse serie, Neocolor I e Neocolor II. Pur sembrando identiche, distinguerle non è troppo complesso. Infatti, la carta che ricopre il Neocolor I è opaca, mentre quella che ricopre il Neocolor II è lucida. Inoltre, la base della prima serie presenta delle piccole scanalature mentre quella della seconda serie è perfettamente liscia.

Come abbiamo accennato all’inizio dell’articolo essi sono molto di più di un semplice pastello a base di cera. Le caratteristiche di questo prodotto, la qualità dei pigmenti utilizzati e la possibilità di ottenere svariati effetti, fanno sì che il termine più corretto utilizzare per definirli sia “Matitoni a base di cera”. Sia la serie 1 che la serie 2 possono essere utilizzate come delle vere e proprie matite colorate, caratterizzate da una base cerosa e prive del rivestimento in legno.

I due prodotti, Neocolor 1 e Neocolor 2, presentano caratteristiche diverse. Abbiamo avuto modo di testarli e nei prossimi paragrafi illustreremo quali sono le peculiarità di uno dei prodotti più esclusivi di Caran d’Ache.

Pastelli Neocolor 1: caratteristiche e peculiarità

I Pastelli Neocolor I nascono nel 1952 come il primissimo pastello (matitone) a base di cera prodotto da Caran d’Ache. Ciò che contraddistingue questo prodotto è l’elevata qualità dei pigmenti utilizzati e la capacità di essere incredibilmente resistente all’acqua. Sono decisamente facili da utilizzare, ideali per molteplici applicazioni e assicurano una resa vivace e brillante. Insomma, il prodotto perfetto per consentire ad artiste e artisti di sprigionare tutta la loro creatività.

I Neocolor 1 sono disponibili in 50 diverse tonalità, ogni matitone è lungo 10,5 cm e il diametro risulta leggermente più grande di una normale matita colorata, più precisamente di 8,45 mm. Sull’etichetta troviamo riportato il nome del colore e delle comodissime linguette, pensate appositamente per rimuovere il rivestimento quando il pastello si accorcia.

Pastelli Neocolor 2: caratteristiche e peculiarità

Passiamo ora ai Neocolor 2, la seconda serie di questo magnifico prodotto. Il diametro è di 8,65 mm e il bastoncino è lungo 104,5 mm. Questi matitoni sono al 100% pigmento puro, realizzati senza sprecare nemmeno un singolo millimetro del corpo.

La seconda serie è prodotta grazie ad una preziosa miscela di pigmenti, minerali naturali, additivi e cera. Proprietà che rende tutte le 84 tonalità resistenti alla luce e soprattutto solubili in acqua. Questa è infatti la differenza più importante che distingue la serie 1 dalla serie 2: i Neocolor 2, grazie all’aiuto di un pennello e di un poco d’acqua, garantiscono effetti incredibili e consentono ad artiste e artisti di dare via libera alla loro creatività. Stendere questi pigmenti rappresenta esperienza unica, particolarmente liscia e cremosa.

Testando questi pastelli ci siamo resi conto di come sia semplice utilizzarli e soprattutto di quanto sia divertente, le sfumature, gli effetti e i colori sono davvero incredibili!

Su quali supporti è possibile utilizzare i Neocolor?

Una delle peculiarità che più ci ha colpito di delle due serie Neocolor è la possibilità di utilizzarli su moltissime superfici. Questi matitoni permettono di dar vita a tantissime creazioni, altro motivo per cui vengono considerati molto di più di un semplice pastello a cera.

Esempio di creazioni realizzate con i Neocolor Caran d’Ache

I Neocolor rappresentano una soluzione eccezionale per tutti i lavori fai da te. In generale, il consiglio è quello di utilizzarli su superfici porose o ruvide, in quanto l’adesione del colore sarà migliore. Per diverse superfici, che vedremo più avanti nel paragrafo, è consigliato l’utilizzo del fissativo, in modo da garantire una maggior resistenza nel corso del tempo.

L’utilizzo dei Neocolor su carta

L’utilizzo su carta rappresenta il più classico degli utilizzi, i matitioni Neocolor aderiscono alla perfezione su questo tipo di supporto.

Per ottenere degli effetti molto simili a quelli dell’acquerello, consigliamo l’utilizzo di un supporto non troppo sottile. Inoltre, è preferibile applicare strati sottili in modo da non permettere al foglio di incresparsi. Se si utilizzano i Neocolor 2 su della carta fotografica, è importante non cercare un effetto simil acquerello, questo porterebbe a rovinare il disegno e ad ottenere dei risultati non desiderati.

I Neocolor e il legno

Che sia stato trattato prima dell’utilizzo o meno, il legno rappresenta un supporto eccezionale da personalizzare con i Necolor. In particolare consente all’artista di ottenere effetti vividi e opachi.

Per avere una miglior adesione del colore, consigliamo di levigare la superficie con della carta vetrata. È necessario prestata molta attenzione perché il legno, essendo poroso, sarà molto assorbente e potrebbe essere quindi utile dover applicare più strati di colore.

L’utilizzo dei Neocolor sul vetro

Un altro supporto adatto ai Neocolor è il vetro. Il vetro trasparente oppure opaco è eccezionale per creare dei lavori del tutto particolari.

Il consiglio è quello di utilizzare i matitoni per realizzare delle linee o dei semplici disegni, evitando di usarli per coprire grandi aree. Ovviamente il colore può essere rimosso con dell’acqua, permettendo così di procedere con una nuova creazione.

L’utilizzo dei Neocolor su plastica e metallo

Potrà sembrare sorprendente ma è proprio così, i Neocolor possono essere utilizzati sia sulla plastica che sul metallo. Nello specifico essi sono adeguati per qualsiasi tipo di plastica, il risultato sarà ovviamente ottimale su superfici maggiormente porose. Applicando numerosi strati si avrà un’intensità del colore maggiore.

I Neocolor aderiscono alla perfezione anche sul metallo e il colore può essere rimosso con dell’acqua.

I Neocolor su ceramica/porcellana

Grazie ai Neocolor è possibile dare vita a fantastiche creazioni anche su ceramica e porcellana. In particolare, l’opera sarà temporanea se utilizzata su ceramica trattata e permanente su ceramica non trattata, come per esempio la terracotta.

Una volta applicato il colore, è importante lucidare con un panno o con un pennello per far si che il risultato sia permanente e duraturo nel tempo.

I Neocolor sui minerali

Un utilizzo particolare dei Neocolor è quello sulle pietre e sui minerali. Essendo materiali naturali non trattati, essi risultano perfetti come supporti per i nostri matitoni.

Se i Neocolor vengono utilizzati su questi supporti per un uso esterno, il suggerimento è quello di applicare una vernice finale che protegga il disegno sia dal cattivo tempo e che dalla luce del sole.

Siamo giunti al termine della nostra recensione sui Neocolor Caran d’Ache, un prodotto di qualità, estremamente facile e super divertente da utilizzare. Non vediamo l’ora di poter dare uno sguardo a qualche tuo lavoro realizzato con questi fantastici matitoni!

Articolo scritto da:

Federico è appassionato di scrittura, di arte e di sport. Su MomArte si occupa della realizzazione degli articoli e dei rapporti con gli Artisti con cui collaboriamo!

Leave A Comment