MomArte srls

Tutto quello che devi sapere sulla carta per la pittura

  • View Larger Image

Come scegliere la carta giusta per ogni tecnica pittorica? Quali devono essere le caratteristiche della carta da acquerello, quali quelle della carta per colori acrilici, e ancora, come deve essere la carta per dipingere con i colori a olio? Ogni tipo di tecnica ha delle esigenze diverse: ci sono infatti colori più o meno bagnati, con composizioni chimiche differenti. Usare la carta da pittura sbagliata può compromettere fin dall’inizio un buon lavoro!

In questo articolo ti presenteremo una guida completa sulla scelta della carta per la pittura: dedicheremo un capitolo alla carta per acquerello, un capitolo alla carta per colori acrilici e un terzo capitolo per la carta per colori a olio. Per ogni tipologia ti indicheremo inoltre i migliori marchi tra i quali scegliere, elencando le diverse caratteristiche di ogni prodotto. Acquistare la carta per dipingere perfetta diventerà così un gioco da ragazzi!

Quali sono le caratteristiche della carta per acquerello?

Partiamo con la scelta della carta per acquerello. Si tratta di un supporto per la pittura del tutto particolare, estremamente diverso, per esempio, dalla normale carta per disegno. Dipingere con gli acquerelli vuol infatti dire usare dei colori estremamente bagnati, che pretendono quindi un supporto con uno speciale livello di assorbimento dei liquidi.

Ma come sono realizzati i fogli di carta per l’acquerello? Ebbene, si parla principalmente di tre materiali diversi, ovvero di cellulosa di legno, di cotone e di lino. Esistono poi anche dei produttori che presentano sul mercato della carta per acquerello composta con un mix di materiali diversi, come per esempio al 50% cotone e al 50% cellulosa di legno: l’obiettivo è quello di avere i vantaggi di entrambe queste materie prime.

In linea di massima i fogli realizzati in cellulosa di legno hanno dalla loro parte un prezzo di acquisto ridotto. Dalla pasta di legno, in questo caso, vengono rimossi i componenti acidi presenti in natura, per avere così un supporto più adatto a ricevere l’acquerello. Il risultato è una carta che vanta una buona resistenza all’ingiallimento e allo scolorimento, pur non riuscendo a essere durevole quanto la carta in cotone per acquerello. Quest’ultima, da parte sua, è caratterizzata da fibre molto lunghe, per avere un supporto estremamente resistente.

Queste, di fatto, sono le generalità della carta per acquerello: passando dalla teoria alla pratica, vediamo ora come scegliere la carta per i colori ad acquerello analizzando le diverse offerte presenti sul mercato.

La Carta Arches è tra i supporti per acquerello più apprezzati dagli artisti

Che carta scegliere per dipingere ad acquerello

Nel nostro e-commerce di prodotti per l’arte, nella categoria dedicata alla carta per acquerello, si contano circa 120 prodotti differenti. Non nuoce, quindi, conoscere le peculiarità delle diverse tipologie e dei diversi marchi: abbiamo deciso di dedicare dei brevi approfondimenti alla carta per acquerello dei marchi Arches, Canson, Fabriano, Hahnemuhle e St Cuthberts Mill.

La carta Arches

Abbiamo già dedicato, in passato, un articolo intero alla storia di Arches, e un altro pezzo alle varie tipologie di carta Arches presenti sul mercato. Quella di Arches è una storia dalle origini molto lontane nel passato, con la fondazione dell’azienda che risale al 1492: nello stesso anno della scoperta dell’America da parte di Cristoforo Colombo, in Francia veniva costruito il mulino di Arches.

A distinguere la produzione di questo marchio è da sempre il grande rispetto della tradizione: già nel 1800, quando praticamente tutte le aziende produttrici di carta decisero di passare dalla collatura con gelatina a quella con colofonia, Arches decise di mantenere il metodo precedente, per continuare a portare sul mercato carta di alta qualità. Da quel momento in poi, il mulino è diventato un punto di riferimento a livello internazionale.

L’intera gamma di carta per acquerello Arches viene prodotta su forma rotonda, per avere come risultato un supporto il più possibile simile alla carta prodotta a mano, mediante una lavorazione lenta che permette alle fibre di distribuirsi in modo molto uniforme. La carta Arches Aquarelle è disponibile in tre diversi tipi di grana, ovvero fine (capace di esaltare la trasparenza dell’acquerello), satinata (con una grande rapidità di assorbimento, perfetta per chi si vuole concentrare sui dettagli) e infine ruvida (per esaltare i volumi e i colori del dipinto).

A variare è poi la grammatura, che cambia per la linea Aquarelle tra i 185 grammi e i 640 grammi. La carta per acquerello Arches è disponibile sia in formato blocco che in formato album (questi ultimi dall’A3 all’A5) nonché in rotoli. Si parla in ogni caso, va sottolineato, di carta per acquerello al 100% cotone della migliore qualità.

La carta Canson

Proseguiamo con la carta per acquerello Canson. Anche a questo marchio francese abbiamo dedicato un pezzo alla storia dell’azienda, dalla fondazione fino ai giorni nostri. Già nel 1700, per dire, la cartiera Montgolfier – come si chiamava allora – fu riconosciuta con il rango di manifattura reale.

Canson utilizza attualmente sia il metodo di fabbricazione su tavola piana, sia il metodo di produzione di carta su forma rotonda, più tradizionale. La famosa carta Aquarelle Canson Heritage, al 100% cotone, viene realizzata in questo secondo modo, per assicurare agli artisti un supporto di alta qualità.

Sul nostro e-commerce di prodotti per l’arte è disponibile la carta Canson Heritage sia in blocco che in album, anche in questo caso con tre finiture (fine, satinata e grossa). Altra linea famosa di carta per acquerello Canson è la Montval, al 100% cellulosa Acid Free: particolare interessante dei blocchi Canson Montval per acquerello è quello di avere anche la collatura a 4 lati, per avere sempre il foglio perfettamente teso e pronto per essere utilizzato.

Anche Canson mette a disposizione dei rotoli di carta per acquerello, sia nella leggendaria versione Moulin du Roy, al 100% cotone, sia nella versione Mixed Media Artist, composta al 75% in cellulosa e al 25% in cotone

La carta Fabriano

Con questo terzo marchio di carta per dipingere arriviamo in Italia, nella famosa Fabriano. Questo brand non ha in realtà bisogno di presentazioni, producendo carta fin dal 1264 lungo le rive del fiume Giano, nelle Marche. Ancora oggi la carta Fabriano è realizzata a partire dalla tradizione dei maestri cartai che per secoli hanno rifornito alcuni tra gli artisti più famosi a livello internazionale nella storia dell’arte, da Raffaello a Michelangelo.

Fabriano presenta agli artisti contemporanei carta per acquerello fatta a mano, carta fatta a macchina piana e carta fatta in tondo, per assicurare a tutti il supporto ideale, al prezzo giusto. La carta per acquerello Fabriano 1264 è per esempio una carta prodotta al 25% in cotone, a grana fina, ottima per chi desidera ottenere dei colori vibranti, senza spendere una somma troppo elevata.

La carta del famoso Blocco per Artisti Fabriano, invece, è prodotta al 50% in cotone Acid Free, con collatura su 4 lati, mentre la carta per Watercolour Artistico è realizzata al 100% in cotone, con macchina in tondo, per avere una qualità che nelle Marche definiscono come “mano macchina”: in questo caso è possibile scegliere tra 2 tonalità di bianco, ovvero Traditional ed Extra White, e tra 4 superfici differenti (satinata, grana fine, grana dolce e grana grossa).

Impossibile, infine, dimenticare la famosa Fabriano Esportazione , ovvero la migliore carta artistica al mondo: si parla di carta fatta a mano al 100% cotone, senza l’uso di acidi, disponibile con grana fine e grossa e con tre diverse grammature. Per dire, per chi non si accontenta.

La carta Hahnemuhle

Con la carta per acquerello Hahnemuhle ci spostiamo in Germania, con una storia che inizia nel 1586: fino all’inizio del Novecento la Hahnemuhle restò però una piccola azienda, con meno di 15 lavoratori. Solamente nei decenni successivi l’azienda crebbe fino a diventare un punto di riferimento a livello internazionale.

Tra i supporti per acquerello di Hahnemuhle più apprezzati dagli artisti ci sono i blocchi da schizzo per acquerello, compatti e dotati di un elastico per mantenere al sicuro i propri lavori, nonché di un fondo rigido: l’obiettivo è assicurare sempre il supporto giusto, anche per chi dipinge in viaggio; i blocchi sono disponibili in formato A4, A5 e A6, con carta bianco naturale, grigio o beige, per chi desidera ricreare delle atmosfere del tutto peculiari.

Sono poi disponibili i blocchi Expression Hahnemuhle per acquerello, in carta al 100% cotone, e gli album Armony, in 100% cellulosa. Merita una menzione speciale il blocco Bamboo Mixed Media, con carta completamente vegana e cruelty free, realizzata al 90% in bamboo e al 10% in cottone.

St Cuberth Mills

Siamo arrivati all’ultimo marchio per il mondo dell’acquerello, ovvero a St Cuberth Mills, che produce carta fin dal 1700 nel sud ovest dell’Inghilterra. La carta per acquerello di riferimento in questo caso è la Saunders Waterford, realizzata come da tradizione a tondo e al 100% in cotone, disponibile sia in bianco naturale che in High White. Parliamo, va sottolineato, di carta per artisti di livello professionale, che non può deludere davvero nessuno.

Nel nostro e-commerce sono disponibili i blocchi di carta per acquerello Saunders Waterford in grana fine, satinata o grossa, nonché la carta per acquerello in fogli, di altissima qualità, per i pittori più esigenti.

Quali sono le caratteristiche della carta per colori acrilici?

Passiamo ora al capitolo dedicato alla scelta della migliore carta per colori acrilici. Chi utilizza gli acrilici, va detto, può scegliere tra un’ampia gamma di supporti per la pittura: si parla della carta, della tela, del cartone, del legno, del metallo, del vetro e via dicendo.I due supporti principali, in ogni caso, sono carta e tela.

Da quanto detto sopra si capisce che, in linea di massima, i colori acrilici potrebbero essere usati su qualsiasi tipo di carta. Va però detto che i risultati cambiano enormemente in base al tipo di supporto scelto, in base alla grammatura, alla texture, alle materie prime usate e al tipo di lavorazione. Ognuno di questi fattori, per esempio, influenza il modo in cui il colore si asciugherà una volta steso, ovvero la rapidità con cui il colore si priverà dell’acqua presente al suo interno.

Vediamo ora che carta usare per i colori acrilici, analizzando nel concreto le proposte di aziende che realizzano dei supporti dedicati per la pittura acrilica!

Che carta scegliere se dipingi ad acrilici

Come è possibile vedere nel nostro e-commerce di prodotti per l’arte, tra la carta per la pittura acrilica troviamo anche album e blocchi pensati in origine per la pittura ad acquerello, e quindi della carta che abbiamo già visto nel capitolo precedente. Va però detto che alcune aziende producono degli album e dei blocchi pensati squisitamente per la pittura acrilica: parliamo di Liquitex, di Lefranc Bourgeois e di Clairefontaine.

La carta Liquitex

Dire Liquitex, lo sanno bene gli artisti, vuol dire pittura acrilica. Così come l’arte con i colori acrilici è un fenomeno moderno, anche Liquitex è un’azienda molto più giovane rispetto a quelle che abbiamo visto qui sopra: parliamo infatti di un marchio che ha le sue radici nel 1955, quando il chimico Henry Levison mise a punto il primo gesso acrilico, chiamato per l’appunto Liquitex, per lanciare l’anno successivo il primo colore acrilico a base d’acqua.

Non stupisce quindi che questo marchio, punto di riferimento assoluto e ineliminabile nel mondo della pittura acrilica, abbia deciso di portare sul mercato anche della carta pensata appositamente per l’uso ottimale dei propri colori. Si parla della carta telata per acrilico Basics, realizzata al 100% cellulosa e con una particolare texture telata. I fogli per la pittura acrilica Liquitex vengono presentati in blocchi collati da un lato, con fogli di grammatura 300 grammi in formato A3, A4 oppure A5. Senza ombra di dubbio, la carta Liquitex è una buona alternativa per gli artisti che, per dipingere su carta, desiderano le stesse sensazioni che si provano quando sotto al pennello c’è della tela.

La carta Lefranc Bourgeois

Da tre secoli il marchio parigino Lefranc Bourgeois produce colori, accessori per la pittura, tele e carta per dipingere. Da quando nel 1720 Charles Laclef iniziò a produrre i primi colori, quasi per caso, la produzione non venne più interrotta, con tecniche e conoscenze passate di padre in figlio.

Sul nostro e-commerce è possibile acquistare il pregiato Blocco Studio Acrilico, con trama simil tela a grana fine. I blocchi sono disponibili sia in formato A4 che in formato A3, in grammatura da 190 grammi: il colore bianco brillante di questo supporto al 100% cellulosa permette di esaltare ancora di più la luminosità degli acrilici.

La carta Clairefontaine

Restiamo in Francia con Clairefontaine , un marchio nato nel 1858, non troppo lontano da Strasburgo. In questo caso parliamo di un’azienda specializzata verticalmente nella produzione di carta, per quaderni, buste e album per artisti.

Come è possibile vedere nel nostro e-commerce, Clairefontaine produce carta da dipingere per acquerello, olio e via dicendo, con una linea dedicata esclusivamente ai colori acrilici, chiamata per l’appunto
Acrylique. Si tratta di blocchi con un lato collato di carta in simil tela, con grammatura da 360 grammi e colore bianco naturale.

Tra le offerte di Clairefontaine che possono interessare gli artisti che si dedicano ai colori acrilici ci sono anche gli album di carta colorata, come per esempio nera o blu denim.

Quali sono le caratteristiche della carta per colori ad olio?

Siamo arrivati al terzo e ultimo capitolo di questo lungo articolo dedicato alla scelta della carta per dipingere: in quest’ultima parte ci dedicheremo alla carta perfetta per la pittura a olio.

Quali sono le peculiarità di questo supporto? Ebbene, quando si pensa a una carta per questa tecnica pittorica, l’attenzione deve andare all’assorbimento dell’olio stesso: la carta ideale è quella che è stata trattata appositamente per prevenire questo fenomeno, per fare in modo che i pigmenti non si separino dalla parte oleosa. La sigillatura della carta diventa dunque fondamentale: senza di essa i colori finirebbero per rendere fragili le fibre del supporto, con la separazione tra pigmenti e olio che renderebbe il dipinto slegato, opaco e friabile.

Il prodotto che si cerca deve quindi essere realizzato con l’obiettivo di mantenere i colori integri, lucidi e luminosi. Tradizionalmente, la carta per colori a olio presenta una superficie simile a quella delle tele in lino, ma va detto che ci sono anche delle eccezioni, con dei produttori che propongono della carta per colori a olio pressata a freddo.

La carta per pittura a olio è realizzata sia in cotone, sia in cellulosa, con grammature solitamente comprese tra i 200 e i 300 grammi

Che carta scegliere se dipingi ad olio

La gamma di carta per colori a olio non è ampia come quella, per esempio, per acquerello. Questo perché, molto spesso, gli artisti che utilizzano questa tecnica preferiscono usare quando possibile la tela, la quale però come è noto è più costosa e più ingombrante.

In ogni caso abbiamo voluto selezionare due produttori che portano sul mercato della carta pensata squisitamente per l’impiego con colori a olio: parliamo di Fabriano e Arches.

Fabriano

Della storia dell’azienda abbiamo parlato più sopra, pur sapendo che è difficile incontrare qualcuno che non ha mai sentito parlare di questo celebre marchio italiano. Fabriano presenta una linea di carta per colori a olio chiamata Tela, nome che la dice lunga sulle caratteristiche di questo supporto.

Si tratta infatti di blocchi di carta per dipingere con superficie in grana telata, al 100% pure cellulosa, con grammatura da 300 grammi. Collato su 4 lati, questo blocco di carta per olio è l’ideale per chi vuole dipingere anche lontano dal cavalletto con tela, per esempio in viaggio.

Arches

Anche di Arches abbiamo già parlato sopra: qui ci dedicheremo quindi solamente alla carta per colori a olio prodotta da questa azienda francese. Si parla degli album della
linea Huile, anche in questo caso con una texture telata capace di esaltare le velature tipiche della pittura a olio. Grazie alla qualità del supporto – con grammatura da 300 grammi – è possibile lavorare con soddisfazione anche con tecniche a spessore.

Bene, abbiamo terminato quest’ampia panoramica sulle tantissime possibilità che si presentano davanti a chi cerca della carta per dipingere nel nostro negozio online. Non ti resta che scegliere il miglior supporto in base alla tua tecnica, al tuo budget e agli obiettivi che intendi raggiungere!

Articolo scritto da:

Federico è appassionato di scrittura, di arte e di sport. Su MomArte si occupa della realizzazione degli articoli e dei rapporti con gli Artisti con cui collaboriamo!

Leave A Comment