MomArte srls

Imparare a disegnare a matita: come iniziare?

  • View Larger Image Matite per schizzo

Sedersi lì, in riva al lago, all’ombra di albero frondoso, accarezzati dal vento.
Estrarre un blocco da disegno e una matita da schizzo e abbozzare il selvaggio colle che ci sta di fronte e che si rispecchia nelle placide acque lacustri, senza dimenticare gli uccelli che di tanto in tanto si involano da una riva all’altra mentre il sole cala all’orizzonte.

A chi non piacerebbe imparare a disegnare perfettamente a mano libera, per immortalare velocemente le proprie visioni su carta, in modo semplice, tanto distante dalla laboriosa pittura, ma incredibilmente espressivo e potente?

Del resto, tutti quanti, da piccoli, abbiamo disegnato un bel po’.
Allora non ci importava quale strumento ci finisse tra le mani: un pennarello, una matita da schizzo, un pastello, un bastoncino (sulla sabbia).
Bastava disegnare, ed eravamo felici.

Diventati adulti, non ci basta più disegnare ‘a caso’ per essere soddisfatti.
No, quando facciamo qualcosa, vogliamo farla bene.

Per questo motivo oggi, sul nostro blog, abbiamo deciso di dare alcuni consigli pratici per chi vuole imbracciare la matita da disegno e iniziare a schizzare volti, paesaggi e nature morte su carta.

Basta poco per ritrovare la passione per il disegno e, con un po’ di pazienza, i primi risultati soddisfacenti non tarderanno ad arrivare!

Esercizio per imparare a disegnare a matita

Le figure geometriche in tre dimensioni sono un ottimo soggetto con cui iniziare. Imparerai le basi di prospettiva, simmetria ed ombreggiatura.

Iniziare a disegnare a matita… nel modo giusto!

Prima di tutto devi procurarti il giusto materiale da disegno.

Certo, non ti servirà partire fin da subito con il più raffinato e completo dei set di matite da disegno in grafite, ma è altrettanto sicuro che, per avere dei risultati soddisfacenti, non potrai accontentarti del primo lapis che ti capiterà sotto mano – non sei più un bambino!

Quella che ti serve è dunque una vera e propria matita da schizzo, una matita per le bozze, fatta cioè appositamente per realizzare bozzetti.
Più avanti, in fondo all’articolo, torneremo più approfonditamente su questo punto, per mostrarti quali matite dovresti acquistare per iniziare; per ora ti basti invece sapere che, per iniziare a dare sfogo al tuo impeto artistico, ti servono una buona matita da schizzo e un blocco di carta da disegno (in commercio esistono degli appositi blocchi da disegno da schizzo, con grammatura ridotta e prezzo molto economico), nonché una gomma bianca, una gomma pane, un temperino e uno sfumino.

Con questi strumenti infilati in un astuccio e il blocco da disegno sottobraccio, potrai inseguire l’ispirazione ovunque: il bello del disegno a matita e a mano libera, infatti, è che non richiede di un atelier, né di una preparazione dei materiali.

Ci si siede, e si disegna, in qualsiasi luogo, in qualunque ritaglio di tempo, dalla pausa pranzo al dopocena, passando per il tragitto in treno.

Per iniziare a disegnare a matita è necessario partire da oggetti semplici: matita da schizzo alla mano, dovrai riportare su foglio tutti i loro tratti essenziali, dopo un’attenta e prolungata osservazione.

Una bottiglia, una mela, un vaso, una candela… questi saranno i tuoi primi schizzi.
Il nostro consiglio è quello di annotare su ogni tuo disegno la relativa data d’esecuzione, così da poter osservare – nelle settimane e nei mesi successivi – il miglioramento della tua tecnica.

Quando avrai raggiunto un più alto livello di confidenza con la matita da schizzo potrai passare a soggetti più complessi, come per esempio i volti o il corpo umano. In questo caso, oltre all’osservazione diretta, ti potrà essere utile lo studio di qualche nozione spicciola di anatomia, per essere certo di disegnare con le giuste proporzioni e non lasciarsi ingannare dalla prospettiva.

Ecco le matite sfuse per le bozze e gli schizzi!

Le tecniche giuste per disegnare a matita

Puoi trovare tantissimi corsi di disegno: esistono dei libri, esistono dei corsi online, esistono maestri privati e ovviamente esistono anche dei corsi serali. Molto probabilmente, cercando bene, ne troverai almeno uno anche nella tua città.

Ad ogni modo, al di là dei vari corsi ai quali potrai iscriverti, il punto fondamentale per migliorare è il continuo esercizio, così da affinare la propria tecnica. Nulla è infatti meglio della pratica: disegnando ogni giorno, per almeno mezzora o per un’ora, i risultati sono davvero garantiti.

In linea di massima, chi si avvicina per la prima volta alla matita da schizzo e al foglio bianco deve porre una particolare attenzione al rispetto delle proporzioni.

Questo vale per qualsiasi disegno, dalla natura morta al paesaggio, fino ad arrivare al corpo umano: la capacità di restituire le giuste proporzioni va migliorata nel tempo.

Altrettanta attenzione va poi riposta nella simmetria.
È vero che non tutti gli oggetti che ci si ritroverà a disegnare saranno simmetrici, ma anche in quei casi tracciare una debole linea centrale a dividere in due il disegno ti potrà aiutare ad essere più fedele alla realtà.

Nel momento in cui ci si imbatte in schizzi particolarmente complessi e costruiti diventa imprescindibile il rispetto dalla prospettiva: per riuscire a ricostruire la profondità di un disegno, dunque, è necessario ripassare un po’ questa tecnica, per dare maggior movimento anche agli schizzi a mano libera.

Infine, ad impreziosire il disegno a matita, c’è il chiaroscuro, reso possibile dalle peculiari caratteristiche delle matite da schizzo le quali, in base all’inclinazione, tracciano linee diverse, perfette per rendere l’idea della tridimensionalità e per aumentare l’impatto di un disegno.

Scopri gli accessori per disegno!

Gli esercizi da fare per imparare a disegnare a matita

Te lo anticipiamo subito: nessuno dei tuoi primi disegni a matita sarà mai esposto al Louvre… mi dispiace di averti deluso! ?

Per questo motivo ti consigliamo di procedere con calma, senza fretta, dando tempo al tempo.

Tra una natura morta e l’altra, all’inizio, potresti dedicarti quindi ad alcuni esercizi di manualità, per riuscire a usare nel migliori dei modi la tua matita a schizzo.

Prova a fare tipi di linee curve, prova a tracciare dei cerchi – o degli ovali – in serie, disegna brevi linee rette in ogni direzione, traccia angoli acuti e ottusi… insomma, sperimenta il più possibile per acquisire sicurezza e rapidità!

Infine, allenati nel tratteggio e nel mutare i livelli di pressione.
In questo modo, dopo questi esercizi, riuscirai a padroneggiare concretamente le tue matite da schizzo.

Esempi di esercizi da fare con la matita

Devi saper maneggiare la matita come se fosse un estensione del tuo braccio. Inizia facendo delle linee dritte, curve, spezzate, più chiare o più scure… insomma “gioca” con la tua matita!

Quale matita per disegnare scegliere?

Come puoi vedere sul nostro e-commerce, non esiste un solo tipo di matita da schizzo.
Esistono infatti matite in grafite morbida (e quindi 2B, 4B, 6B e 8B, le più indicate per i bozzetti artistici) ma anche carboncini secchi e matite sanguigne.

Quali dovresti scegliere per iniziare a disegnare a mano libera?
In realtà, non esiste una sola risposta: sta a te provare le differenti opzione e scegliere quale strumento di permetterà di esprimerti al meglio.

Le matite carboncino sono pensate appositamente per assecondare le idee improvvise e gli schizzi veloci ma, essendo secche, necessitano di un fissativo finale; le classiche matite in grafite sono disponibili in diversi gradi di durezza, e ti permettono dunque una grande varietà di scelta; le matite sanguigne, infine, si avvicinano come utilizzo ai carboncini, ma permettono di realizzare dei schizzi ad altissimo impatto, grazie alla loro peculiare tonalità e alla loro alta sfumabilità.


I vari tipi di matite e le loro gradazioni

Ogni codice che troverai su una matita corrisponde ad una gradazione differente. Col tempo imparerai a scegliere la migliore secondo il tipo di disegno o tecnica che stai usando.


Le guide di MomArte per imparare a disegnare

Per permetterti di esercitarti ed imparare a disegnare a matita direttamente a casa tua, abbiamo creato una serie di guide per imparare a disegnare.
Tutte le guide sono consultabili gratuitamente sul nostro blog (e lo saranno per sempre!).

Puoi salvarle nei preferiti, scaricarle in versione pdf (trovi il modulo qui sotto) oppure stamparle. Così facendo sarai libera di consultarle quando vorrai, secondo i tuoi tempi e le tue disponibilità.

Nel corso del tempo aggiungeremo sempre più guide e soggetti diversi, creando una vera e propria libreria gratuita di lezioni.
Tieni d’occhio il nostro sito o iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornata sulle nuove uscite!

Impara a disegnare gli animali

Gli animali sono un soggetto perfetto per imparare a disegnare. Infatti li ritroviamo spesso anche nei disegni dei bambini, fin dalla più tenera età.

Ma disegnarli correttamente ed in maniera realistica non è affatto facile!
Per non farli sembrare delle buffe caricature, tutte un po’ simili tra di loro (non vorrai che il tuo cavallo assomigli ad un cane, no?), dobbiamo prima di tutto capire l’anatomia e le peculiarità di ogni specie ed in secondo luogo capire quali sono i dettagli fondamentali che non possono mancare per rendere l’animale “riconoscibile”.

Di seguito trovi i link alle guide complete.

Bozze di gatti in varie posizioni

Scopri le guide di MomArte per imparare a disegnare gli animali. Verrai guidato passo passo e sarà facilissimo! 🙂

Come disegnare un cane ?

Chiamalo Fufi, chiamalo Fido, chiamalo Bobbi… il cane resta un compagno fidato e speciale per moltissime persone, soprattutto per molti artisti.
Ma disegnarlo non è affatto facile: esistono tante razze con caratteristiche diverse e come saprai un Bulldog è molto diverso da un Alano.

Ma non preoccuparti! Clicca qui e vai alla guida su come disegnare un cane.
Ti mostreremo un esempio di illustrazione passo passo e capirai come ritrarre questo splendido animale.

Come disegnare un gatto ?

Ok, ho capito.
Tu sei della squadra rivale… diciamo che non sei fatta per i cani, ma preferisci di gran lunga i gatti!

Benissimo, ho la guida che fa per te.
Questi splendidi felini sono un soggetto perfetto a cui dedicare un bel disegno o un dipinto. Ma prima bisogna capire come disegnarli nella maniera corretta!

Clicca qui e vai alla guida su come disegnare un gatto!

Come disegnare un coniglio ?

I conigli sono degli animali che ci fanno subito provare tenerezza… sono così dolci e indifesi. Almeno all’apparenza!! ?
Ti sfido a lasciarne uno libero per casa e vedrai che è capace anche lui di fare parecchi danni, forse anche più di un gatto.

Ma se proprio vuoi disegnare un bel disegno di un coniglio, magari da regalare a qualcuno per la prossima Pasqua, ti consiglio di leggere la nostra guida.
Clicca qui e scopri come disegnare un coniglio.

Come disegnare un cavallo ?

Magnifici destrieri, da sempre simbolo di forza, potenza ed agilità.
I cavalli hanno un fascino davvero particolare.

Ed in più sono stati degli animali fondamentali per l’uomo, se pensiamo ai molteplici usi a cui li abbiamo “obbligati”: trasporto, agricoltura, sport e purtroppo anche in guerra! 🙁

Vuoi imparare a disegnare un cavallo dalle zampe sottili e la lunga coda? E magari puoi aggiungerli un piccolo corno e farlo diventare un unicorno! 😀
Clicca qui per andare alla guida su come disegnare un cavallo!

Domande frequenti

Quali sono le matite migliori per iniziare a disegnare?

La matita è forse lo strumento per fare Arte più semplice ed immediato.
Basta impugnarla, muniti di un foglio di carta, per poter iniziare a disegnare i nostri bozzetti e schizzi.

Non devi però sottovalutare la qualità degli strumenti con cui andrai a lavorare!
Anche se per i primi schizzi basterà una matita qualsiasi, dopo poco tempo capirai che per ottenere risultati soddisfacenti hai bisogno di matite con varie gradazioni e durezze.
Parliamo quindi di matite denotate con le lettere H, HB o B.

Se vuoi saperne di più e capire qual è la matita per te, dai uno sguardo alla nostra offerta di matite da schizzo per il disegno.

Che carta si usa per disegnare a matita?

La carta è fondamentale!
Certo, quando non abbiamo nulla sottomano o vogliamo semplicemente riportare su carta una schizzo rapido, va benissimo qualsiasi pezzo di carta, che sia un foglio di stampante o di quaderno o un postit.

Ma quando dobbiamo fare sul serio, abbiamo bisogno della carta giusta.
E con giusta intendo giusta a seconda della tecnica che stiamo utilizzando.

Esistono infatti tantissime tipologie di carta: per disegno, per schizzi, per acquerello… addirittura per dipingere ad olio!
A tal proposito abbiamo scritto un articolo, una guida alla carta per disegno artistico!

Dove trovo dei kit completi per il disegno per il disegno?

Come abbiamo già detto, per iniziare ti basterà una semplice matita.
Quando la punta sarà però consumata la dovrai temperare e…. ma dove diamine avrò messo il temperino?

E se fai un errore? La gomma! Andata persa in qualche meandro di casa tua… 🙁

Insomma se vuoi evitare queste situazioni, quello che ti serve è un kit completo di tutto, con varie matite di diverse gradazioni, gomma, gommapane, sfumino e molto altro ancora!
Non perderti d’animo e scopri i nostri kit completi per il disegno.

Scopri i set di matite per schizzo!

Articolo scritto da:

Fondatore del progetto MomArte, appassionato di pittura e Belle Arti a 360 gradi, completamente autodidatta e felice di essere un "eterno studente" (d'altronde non si finisce mai di imparare, no?). Amo scrivere articoli dove parlo delle tecniche pittoriche e dei materiali per dipingere. Se hai qualche domanda scrivimi e sarò felice di risponderti, oppure scopri di più su di noi!

2 Comments

  1. Andrea Castenetto 1 Maggio 2020 at 19:07 - Reply

    Ottimi spunti, grazie 🙂

    • Tiziano 15 Maggio 2020 at 6:50 - Reply

      Grazie per il commento Andrea!
      Se ha ulteriori domande o consigli per migliorare l’articolo, ci scriva pure!

      Tiziano

Leave A Comment